menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, bloccati i buoni spesa del comune: "I fondi non potranno essere erogati per ora"

Ricorso al Tar contro i requisiti stabiliti dal comune: bloccati i buoni spesa di palazzo Marino

Stop ai buoni spesa del comune di Milano. Palazzo Marino nelle scorse ore ha infatti ricevuto la notifica di "un ricorso avanti al tribunale di Milano finalizzato, tra l'altro, ad ottenere la modifica dei requisiti soggettivi richiesti per l'erogazione dei buoni spesa".

Lo scorso febbraio, con scadenza 8 marzo, l'amministrazione comunale aveva pubblicato un nuovo bando per destinare ai cittadini in crisi a causa dell'emergenza covid degli aiuti economici, da 300 a 700 euro a famiglia. Negli ultimi giorni, però, evidentemente qualcuno ha presentato opposizione contro i requisiti scelti da palazzo Marino, che ha così ritenuto "opportuno sospendere l'esecuzione dell'avviso sino ad avvenuta decisione da parte del tribunale, al fine di non pregiudicare l'eventuale esercizio dei diritti di soggetti oggi non ammessi alla partecipazione dell'avviso".

Per il momento, quindi, spiegano da palazzo Marino, "la graduatoria dei beneficiari non potrà venire pubblicata, né potranno essere erogati i buoni spesi previsti e finanziati".

Buoni spesa del comune, i requisiti

Ma quali erano i requisiti scelti dal comune di Milano e su cui ora pende un giudizio del tribunale? "Possono richiedere i buoni spesa i nuclei familiari che presentano i seguenti requisiti - si legge nel bando -. Residenza del richiedente nel Comune di Milano alla data di pubblicazione dell’avviso" e "Isse ordinario 2020 o in alternativa Isee ordinario in corso di validità o in alternativa Isee corrente in corso di validità del nucleo familiare del richiedente inferiore o uguale a 20.000,00".

"In caso di richieste superiori agli stanziamenti a disposizione, i richiedenti in possesso dei requisiti verranno ammessi al beneficio sulla base dell’ordine di graduatoria definito dai seguenti criteri - avevano poi chiarito dal comune -. Valore Isee, presenza di minori nel nucleo familiare, presenza di anziani di età pari o superiore ai 65 anni nel nucleo familiare, presenza di persone con disabilità all’interno del nucleo familiare, non essere beneficiari di reddito di cittadinanza o altri sostegni economici della Direzione Politiche Sociali del Comune di Milano, compresi i buoni spesa già erogati nel 2020".

Al momento, però è tutto bloccato in attesa della decisione del tribunale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento