Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Attualità

Blocco del traffico a Milano domenica 2 febbraio: chi può circolare, mappa strade e vie chiuse

Tutte le cose che bisogna sapere

Il Comune di Milano ha indetto domenica 2 febbraio 2020, dalle 10 alle 18, il blocco totale delle auto a Milano. Il provvedimento è stato preso per far fronte all'elevato tasso di inquinamento in questi giorni, con alto Pm10. Nell'ordinanza approvata dalla giunta si spiega come, a Milano, la media giornaliera di 50 ug/m3 di Pm10 (la soglia di sicurezza di particolato individuata dagli organismi di sanità) sia stata superata per ben 25 giorni dei primi 27 dell’anno.

Iscriviti al canale YouTube di MilanoToday: video e anteprime

Tale parametro si avvicina ai 35 giorni massimi di superamento consentiti nell’anno solare dalla medesima normativa. Non solo: la media di Pm10 registrata nei primi 27 giorni dell’anno è di circa a 74 ug/m3, a fronte di un limite normativo di 40 ug/m3 annuo; e nella giornata del 27 gennaio è stato registrato un valore pari a 106 ug/m3 nella sola stazione comunale di rilevamento sita in viale Marche.

Ecco tutte le informazioni utili per la giornata di domenica 2 febbraio, con il blocco delle auto.

Dove parcheggiare

Per consentire a chi arriva da fuori città di lasciare il mezzo privato e servirsi del trasporto pubblico locale, che sarà potenziato, sono esclusi dal divieto di circolazione i parcheggi di interscambio posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici (Cascina Gobba, Forlanini, San Donato 1 e 2, Bisceglie, Lampugnano, Molino Dorino e San Leonardo, Famagosta, e anche il tratto stradale di via Ripamonti tra il Comune di Opera e via Gagini in corrispondenza del capolinea tranviario, e il tratto stradale compreso tra le Cascine Guascona e Guasconcina ed il capolinea della linea automobilistica del trasporto pubblico locale in via Jemolo). Inoltre, per facilitare l’accesso alle aree di sosta presso lo stadio ‘Meazza’, a partire dalle ore 12, saranno esclusi dal blocco i seguenti tratti stradali: via Sant’Elia - nel tratto compreso tra le vie Natta e Diomede; via Diomede - nel tratto compreso tra le vie Sant’Elia e Caprilli; via Natta; via Montale - nel tratto compreso tra le vie Natta e Ippodromo; via Patroclo - nel tratto compreso tra le vie Ippodromo e Achille; via Achille; viale Caprilli; piazzale dello Sport; via degli Aldobrandini; via Palatino; via Rospigliosi; piazza Axum; via Harar; via Tesio; via Novara - nel tratto compreso tra l’innesto alla tangenziale Ovest e via Harar.

Strade e vie chiuse 

II divieto di circolazione si applica all’intera rete stradale milanese ricadente nell’area urbana del Comune.

Limiti del divieto: strade e vie aperte 

Ci sono diverse zone di Milano escluse dal divieto. Tutte le strade meneghine sono off-limits ad eccezione:

1) Delle autostrade;

2) Delle strade di interesse regionale R1, come individuate dalla classificazione funzionale definita ai sensi della |.r. 9/2001, art. 3, con DGR 7/19709 del 3 dicembre 2004 e successivi aggiornamenti, comprese le varianti stradali alle stesse entrate in esercizio nel frattempo;

3) Dei tratti di collegamento tra strade di cui ai precedenti punti 1) e 2), gli svincoli autostradali ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici, ove ricadenti all’interno dell’area oggetto del presente ambito di applicazione, così identificati:

- Cascina Gobba: Via Milano (Cologno M.) e S.S. 11 Padana Superiore;
— Forlanini: Viale E. Forlanini;
- San Donatol e 2: S.S. 9 Via Emilia, S.S. 415 Paullese;
- Bisceglie: Via Pertini, Via Parri fino al parcheggio Bisceglie;
- Lampugnano: Cavalcavia Ghisallo, Sottopasso Kennedy, Via Sant’Elia fino all’imbocco con Via Natta;
- Molino Dorino e San Leonardo: strada di collegamento della Nuova Strada Regionale Molino Dorino/A8 da Molino Dorino all’Autostrada dei Laghi A8, Via Gallarate fino all’intersezione con la carreggiata congiungente Via Appennini, Via Appennini fino all’incrocio con Via Borsa, Via Borsa fino al parcheggio San Leonardo;
- Famagosta: Via del Mare fino al parcheggio Famagosta;
- Tratto stradale di Via Giuseppe Ripamonti, compreso tra il confine con il Comune di Opera e la Via Gagini (parcheggi posti in corrispondenza del capolinea tramviario);
- Tratto stradale compreso tra le Cascine Guascona e Guasconcina ed il capolinea della linea automobilistica del trasporto pubblico locale in Via Jemolo e più precisamente: Via Guascona — Via Martirano (tratto compreso tra Via Guascona e Via Assiano)- Via Assiano (tratto compreso tra Via Martirano e Via Mosca) — Via Jemolo (tratto compreso tra Via Moltoni e Via Assidano)
4) A partire dalle ore 12.00, dei tratti stradali funzionali all’accessibilità alle aree di sosta presso lo stadio Meazza costituiti da:
- Via Sant’Elia nel tratto compreso tra Via Natta e Via Diomede,
- Via Diomede nel tratto compreso tra Via Sant’Elia e Viale Caprilli,
- Via Natta
- Via Montale nel tratto compreso tra Via Natta e Via Ippodromo, Via Patroclo nel tratto compreso tra Via Ippodromo e Via Achille,
- Via Achille,
- Viale Caprili,
- Piazzale dello Sport,
- Via degli Aldobrandini,
- Via Palatino,
- Via Rospigliosi,
- Piazza Axum,
- Via Harar,
- Via Tesio,
- Via Novara nel tratto compreso tra l’innesto alla tangenziale Ovest e Via Harar.

Deroghe: chi può circolare 

Esclusioni dal divieto di circolazione dalle ore 10.00 alle ore 18.00 nella giornata del 2 Febbraio 2020
- velocipedi e dispositivi per la micromobilità elettrica definiti con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 229 del 04/06/2019;
- veicoli elettrici;
- veicoli ibridi plug-in e ibridi range-extended circolanti solo in modalità elettrica;
- elettroveicoli ultraleggeri;
- veicoli con particolari caratteristiche costruttive 0 di utilizzo a servizio di finalità di tipo pubblico o sociale, di seguito specificati:

- veicoli, motoveicoli e ciclomotori della Polizia di Stato, della Polizia penitenziaria, della Guardia di Finanza, delle Forze Armate, del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa Italiana, dei corpi e servizi di Polizia municipale e provinciale, della Protezione Civile e del Corpo Forestale;

- veicoli di pronto soccorso sanitario;

- scuola bus e mezzi di trasporto pubblico locale (TPL);

- veicoli muniti del contrassegno per il trasporto di portatori di handicap ed esclusivamente utilizzati negli spostamenti del portatore di handicap stesso;

- veicoli utilizzati per servizi di assistenza ai portatori di handicap, muniti di apposita autorizzazione rilasciata dal Sindaco o suo delegato;

- autovetture targate CD (Corpo Diplomatico) e CC (Corpo Consolare); veicoli appartenenti a soggetti pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio o
di pubblica utilità, individuabili o con adeguato contrassegno o con certificazione del datore di lavoro, che svolgono servizi manutentivi di emergenza;

- veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di gravi malattie in grado di esibire relativa certificazione medica;

Sono altresì derogati, ovvero possono circolare, limitatamente alle motorizzazioni e agli orari non ricompresi nelle limitazioni di cui all’ordinanza 45/2019, i veicoli appartenenti alle seguenti categorie:

- veicoli del car sharing;

- veicoli a servizio del bike sharing;

- taxi di turno e autoveicoli in servizio di noleggio con conducente;

- veicoli utilizzati per il trasporto di persone o animali sottoposte a terapie od esami indispensabili o dimesse da Ospedali e Case di cura in grado di esibire relativa certificazione medica o prenotazione o foglio di dimissione. Per il tragitto—percorso senza la persona o l’animale che deve essere sottoposta a terapia od esami indispensabili o che deve essere dimessa è necessario esibire adeguata documentazione dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (auto— dichiarazione) nella quale il conducente dichiari il percorso e l'orario;

- veicoli utilizzati da operatori sanitari e assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro o dell’Ente per cui operano che dichiari che l'operatore sta prestando assistenza domiciliare a persone affette da patologie per cui l'assistenza domiciliare è indispensabile;

- veicoli utilizzati da persone che svolgono servizi di assistenza domiciliare a persone affette da grave patologia con certificazione in originale rilasciata dagli Enti competenti o dal medico di famiglia;

- veicoli utilizzati da soggetti donatori di sangue in grado di esibire documentazione rilasciata dalla struttura sanitaria ricevente o da associazioni di donatori di sangue riconosciute da cui si evinca il luogo e l’orario della donazione;

- veicoli utilizzati da medici e veterinari in visita domiciliare con medico a bordo munito di tessera dell’Ordine professionale;

- veicoli utilizzati da medici e operatori sanitari in turno di reperibilità nell'orario del blocco;

- veicoli utilizzati per il rifornimento urgente di medicinali;

- veicoli di lavoratori che effettuano il tragitto casa/lavoro e lavoro/casa nella fascia oraria in cui vi è una ridotta offerta di trasporto pubblico, ovvero che operano in turni in orari articolati, con ingresso al posto di lavoro in orario antecedente le ore 7.00 antimeridiane o uscita in orari successivi alle ore 21.00, come risultante da apposita dichiarazione del datore di lavoro;

- veicoli per il trasporto di pasti per il rifornimento di mense ospedaliere, case di riposo per anziani, strutture sanitarie ed assistenziali e per consegna pasti presso il domicilio dell’assistito;

- veicoli utilizzati dall’Autorità Giudiziaria, dagli Agenti e Ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio e con tesserino di riconoscimento;

- veicoli utilizzati da giornalisti in servizio con certificazione rilasciata dal datore di lavoro attestante il tipo di attività svolta;

- veicoli al servizio di testate televisive e per riprese cinematografiche con a bordo i mezzi di supporto, di ripresa, i gruppi elettrogeni, i ponti radio ecc.;

- veicoli o mezzi d’opera limitatamente ai quali sono state precedentemente rilasciate autorizzazioni dai Settori comunali competenti o autorizzati con nulla osta della Polizia Municipale per quanto concerne le operazioni di trasloco o allestimenti che prevedono occupazione di suolo pubblico;

- veicoli di imprese che eseguono lavori per conto del Comune o per conto di Aziende di sottoservizi, forniti di adeguata documentazione dell’Ente per cui lavorano;

- veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e trasporti funebri e veicoli utilizzati dai partecipanti alle funzioni funebri questi ultimi purché forniti di adeguata documentazione;

- veicoli utilizzati da partecipanti a battesimi e matrimoni e alle sacre manifestazioni, forniti di adeguata comunicazione (sarà sufficiente esibire gli inviti o le attestazioni rilasciate dai ministri officianti);

- veicoli dei sacerdoti e dei ministri del culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero;

- veicoli in arrivo ed in partenza presso strutture ricettive muniti di apposita documentazione;

- veicoli destinati o provenienti verso/da scali aerei, ferroviari e marittimi muniti di apposito biglietto di viaggio;

- veicoli delle Associazioni o Società sportive a Federazioni o Enti di promozione sportiva affiliate al CONI o altre Federazioni riconosciute ufficialmente utilizzati per manifestazioni che si svolgono nella giornata; veicoli utilizzati da iscritti alle stesse con dichiarazione del Presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato; veicoli utilizzati da arbitri o direttori di gara o cronometristi con dichiarazione del Presidente della rispettiva Federazione indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato;

- veicoli utilizzati da edicolanti di turno;

- veicoli utilizzati da venditori ambulanti muniti di regolare licenza e di autorizzazione ad occupare suolo pubblico rilasciata dal settore comunale competente, esclusivamente per il percorso dalla residenza alla postazione di mercato e per i mercati che abbiano inizio o termine nella fascia oraria di blocco;

- veicoli di operatori della società A.C. Milan, o di società incaricate dalla società A.C. Milan, che svolgono servizi all'interno allo stadio Meazza, per l’evento sportivo Milan Hellas Verona, in possesso di dichiarazione sottoscritta da legale rappresentante 0 datore di lavoro.

Ulteriori deroghe a quanto previsto nel presente allegato possono essere autorizzate, in caso di eccezionale e documentata evidenza, dal Comandante della Polizia Locale.

Potenziati i mezzi pubblici 

Atm ha potenziato i mezzi pubblici. Nella fascia oraria interessata dal blocco, sono previste 380 corse aggiuntive sulle linee della metropolitana e 1.500 corse aggiuntive sulle principali "linee di forza" della rete di superficie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco del traffico a Milano domenica 2 febbraio: chi può circolare, mappa strade e vie chiuse

MilanoToday è in caricamento