rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Il concerto

Bruce Springsteen "tradisce" Milano per Monza

Il boss non suonerà a San Siro perché non c'è posto. Ecco cos'è successo

Bruce Springsteen non suonerà allo Stadio San Siro. Il tour europeo 2023 del boss, annunciato nella mattinata di giovedì 24 maggio, non farà tappa al Meazza, stadio in cui la rockstar si è esibita per 7 volte con concerti memorabili.

La notizia era nell'aria da mesi e più precisamente da quando si era ipotizzato un tour di Springsteen nel 2022, ma la "doccia fredda" è arrivata solo oggi. "Doccia fredda" tra virgolette, appunto, perché Bruce - che aveva come prima scelta proprio San Siro - suonerà a Monza, a una manciata di minuti da Milano. E il motivo è solo uno: una sorta di overbooking per concerti posticipati causa Covid alla Scala del calcio. A rivelarlo, nell'estate 2021, era stato il suo storico promoter italiano, Claudio Trotta di Barley Arts.

Quella all'autodromo di Monza (25 luglio 2023) non sarà la sola data italiana del tour 2023 del Boss, suonerà il 18 maggio a Ferrara (al Parco Giorgio Bassani) e il 21 maggio a Roma (al Circo Massimo). Insieme a Springsteen ci sarà la E street band, il suo storico gruppo. Gli ultimi concerti italiani di Springsteen risalgono al luglio del 2016: in quel caso aveva suonato per due sere a San Siro e al Circo Massimo di Roma. Tre concerti memorabili.

Le prevendite per il concerto all'autodromo di Monza inizieranno il 31 maggio alle 10; mentre quelle per Ferrara e Roma cominceranno il 26 maggio alle 10.

"Monza non è soluzione di ripiego"

"Il parco della Gerascia non è una soluzione di ripiego": così il promoter Claudio Trotta, fondatore Barley Arts e Slow Music, storicamente vicino al Boss, parlando della scelta di Monza per il concerto di Bruce Springsteen in occasione del tour europeo 2023. "E' più capiente e di molto (rispetto a San Siro, n.d.r.) ed è una location strepitosa, che permetterà una fruizione al top", continua Trotta. "Per il 2023 per il momento, a parte Tiziano Ferro che è un recupero del 2020, non è stato confermato né annunciato alcun concerto dal management di San Siro a nessun promoter; il managemnent (Inter e Milan) ha invece scritto e confermato a tutti che lo stadio non sarà disponibile dopo il 22/23 luglio", conclude Trotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruce Springsteen "tradisce" Milano per Monza

MilanoToday è in caricamento