rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

A Milano sta per iniziare la costruzione di un nuovo grattacielo

Il cantiere della torre dovrebbe iniziare entro la fine dell'anno, ecco come sarà il nuovo edificio che ridisegnerà lo skyline

Sta per iniziare la costruzione della nuova Torre di A2a. Entro la fine dell'anno, o forse già entro l'autunno, dovrebbe iniziare il cantiere dell'edificio che ridisegnerà il volto di Porta Romana con un colosso di 145 metri suddiviso in 28 piani.

L'edificio, progettato dallo studio di Antonio Citterio e Patricia Viel, sarà tra i più alti della città (145 metri), avrà una base ovoidale e pareti in vetro per un totale di 37mila metri quadrati (compresi gli immobili alla base). I primi dodici piani verranno sfruttati come uffici mentre intorno al 20esimo piano (a circa 60 metri di altezza) ci sarà un vero e proprio giardino che sarà aperto in uno dei suoi lati. A sovrastarlo ci saranno altri otto piani di uffici sormontati da un "belvedere" che sarà aperto ai milanesi. In totale la nuova torre potrà accogliere circa 1.500 persone, tutti lavoratori dell'azienda.

Il progetto dell'edificio è stato ideato dallo studio di architettura di Antonio Citterio e Patricia Viel. La torre sarà una delle più alte della città, raggiungendo i 145 metri, avrà una base ovoidale e pareti in vetro per un totale di 37mila metri quadrati (compresi gli immobili alla base). I primi dodici piani saranno destinati a uffici, mentre intorno al ventesimo piano, situato a circa 60 metri d'altezza, verrà creato un autentico giardino accessibile da uno dei suoi lati. Al di sopra di questo livello, saranno presenti ulteriori otto piani adibiti a uffici, coronati da un "belvedere" aperto al pubblico. Complessivamente, la nuova torre sarà in grado di ospitare circa 1.500 dipendenti dell'azienda.

Rendering Torre A2a (foto Milano progetti e cantieri/Fb)

Rivoluzione verticale, ma non solo. L'edificio cambierà il volto del quartiere. La nuova struttura in vetro sarà circondata da acqua, lasciando spazio solo all'area di accesso all'edificio. Inoltre, la base sarà caratterizzata da una significativa presenza di spazi verdi.

La conclusione dei lavori sembra essere pianificata in coincidenza con i Giochi Olimpici Invernali del 2026. Sebbene i dettagli sui costi non siano stati diffusi. l'ex Ceo di A2a, Luca Valerio Camerano, aveva dichiarato a giugno 2019 che il progetto si sarebbe autofinanziato riservatndo "anche delle plusvalenze per gli azionisti"

Nel processo di costruzione della nuova torre, l'azienda energetica razionalizzerà le sue proprietà immobiliari, includendo la cessione di sette edifici a Milano, tra cui l'attuale sede a Porta Vittoria, e concentrerà i suoi 1.500 dipendenti nella nuova sede. Le sedi rimarranno invariate per i lavoratori che sono strettamente coinvolti con le attività operative, come Amsa e il pronto intervento di Unareti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano sta per iniziare la costruzione di un nuovo grattacielo

MilanoToday è in caricamento