Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

E' carnevale anche all'ospedale Niguarda: ecco i neonati prematuri vestiti da supereroi

Sono vestiti a festa grazie all'idea di Elena Signorini e ai costumini di Silvia Renon

Uno dei bimbi (Foto Ass. Neo)

Supereroi, coccinelle e api. E' carnevale anche per i piccoli della Terapia Intensiva Neonatale dell'ospedale Niguarda. Il loro corpicini sono vestiti a festa grazie all'idea di Elena Signorini, ex infermiera del reparto che insegna all'università ed è social media manager dell'associazione Amici della neonatologia dell'ospedale Niguarda (Neo).

I piccoli pazienti diventano supereroi

Capitan America, Superman, Batman, Wonder Woman sono questi i veri volti di questi bimbi venuti alla luce troppo presto e curati e coccolati dall'equipe del reparto, gestita dal primario Stefano Martinelli. Una struttura aperta sempre ai genitori dei piccoli pazienti, dove anche le pareti e l'arredamento e le pareti sono vere e proprie opere d'arte. «La mia idea di arteterapia - spiega alle pagine di Il Giorno Martinelli - è che essere curati bene in un bel posto sia meglio che essere curati bene in un luogo brutto. Chi sta male o è preoccupato, come i genitori dei neonati, dall’ambiente può trovare conforto e rassicurazione».

Ora, grazie alle preziose mani di Silvia Renon di BubaBebi che hanno confezionato questi bellissimi costumini, per un giorno le famiglie dei pazienti potranno respirare aria di 'normalità'. "Abbiamo dato la possibilità a tutti i nostri piccoli ospiti della Terapia Intensiva Neonatale di trascorrere il Carnevale con i propri genitori, un modo per alleggerire i difficili momenti che questi piccoli guerrieri stanno attraversando insieme alle loro famiglie. Non sono i supereroi più teneri che abbiate mai visto?", è il commento dell'associazione Neo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' carnevale anche all'ospedale Niguarda: ecco i neonati prematuri vestiti da supereroi

MilanoToday è in caricamento