Attualità Barona / Alzaia Naviglio Grande

Cosa sono i cartelli "zona fuori controllo" apparsi sui Navigli

Si tratta di una provocazione politica diretta al sindaco Beppe Sala

Uno dei cartelli apparsi sui Navigli

Sfondo giallo, un triangolo rosso a indicare pericolo e un disegno abbastanza eloquente. Nelle scorse ore a Milano, sui Navigli, sono apparsi dei cartelli - molto simili a dei segnali stradali - che riportano la scritta "zona fuori controllo" accompagnata dall'immagine di due uomini che litigano tra loro e gli orari della movida. 

A sistemarli sono stati esponenti di Fratelli d'Italia, preoccupati per le continue risse e aggressioni che si sono verificate negli ultimi giorni in zona. "Non è più tollerabile assistere ogni fine settimana a risse o regolamenti di conti tra bande. I residenti e i commercianti vivono ormai nel terrore. Non è possibile andare avanti così", l'attacco di Massimo Girtanner, ex presidente di consiglio di zona 6 e membro dell’assemblea nazionale di Fdi. 

"La sinistra, con il presidente di municipio, aveva manifestato in pompa magna quando un povero venditore di rose fu scaraventato nel Naviglio per questioni ancora oggi sconosciute. Dopo di che della questione sicurezza se n’è infischiata. È evidente che nel loro Dna le manifestazioni per la sicurezza sono da farsi solo se, a parer loro, è presente lo spettro del razzismo, altrimenti sono inutili e controproducenti". 

Sulla stessa lunghezza d'onda Stefano Maullu, onorevole e coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia: "Quello che vediamo è il risultato di 10 anni di governo della città da parte del centrosinistra. Una zona turistica importante di Milano diventata un luogo poco controllato, in cui, in ogni momento, potrebbe succedere di tutto. Per non parlare poi del problema spaccio e venditori abusivi. È del tutto evidente che solo una volta mandato a casa Sala le cose cambieranno".

I consiglieri di municipio che hanno partecipato all'iniziativa, Gaetano Bianchi, Antonella Buro, Stefania Carnevali e Cristina Russo, non hanno risparmiato frecciate all'amministrazione: "Siamo al ridicolo, quando i buoi sono usciti dalla stalla si accorgono del problema, organizzando mercoledì 30 giugno una 'assemblea di prossimità' per discutere con il vicesindaco Scavuzzo e il comandante dei vigili  Ciacci i problemi della movida, dopo 5 anni di totale assenza".

"Il sindaco ha detto che la città e troppo grande per essere controllata, sottolineando che ora sta dando particolare attenzione alla Darsena e ai Navigli. Visti i risultati, direi che nessuno se n’è accorto - il j'accuse di Riccardo De Corato, consigliere di Fdi e assessore regionale alla sicurezza -. Nella delibera dei Daspo urbani aveva indicato tutta la zona suscettibile di questo provvedimento. Lunedì presenterò un'interrogazione per sapere quanti ne hanno emanati”.

E anche nell'ultimo weekend, in zona, non sono mancati problemi di ordine pubblica. Domenica mattina, infatti, nella vicina piazza XXIV maggio un intervento dei carabinieri si è concluso con un lancio di bottiglie contro i militari e con un arresto e una denuncia.  

Foto - Uno dei cartelli apparsi sui Navigli

cartelli navigli fuori controllo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa sono i cartelli "zona fuori controllo" apparsi sui Navigli

MilanoToday è in caricamento