menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un solaio da sistemare in Cascina Cuccagna

Un solaio da sistemare in Cascina Cuccagna

Cascina Cuccagna, l'appello ai milanesi: «Lavori urgenti a travi e solai, aiutateci»

Servono 90 mila euro per interventi strutturali che non possono più essere rimandati

Cascina Cuccagna deve affrontare interventi strutturali urgentissimi e lancia una campagna di raccolta fondi, rivolta a cittadini e aziende, per recuperare il denaro necessario ai lavori. L'edificio, in zona viale Umbria, di proprietà del Comune di Milano, è il primo spazio di "rigenerazione urbana partecipata". Dal 2005 è affidato alla gestione dell'Associazione consorzio cantiere Cuccagna, che tra il 2008 e il 2012 ne ha curato il restauro conservativo.

Negli spazi della cascina trovano posto alcune botteghe e servizi come il bar (che è anche ristorante e foresteria) Un posto a Milano, la fioreria e ciclofficina Cuccagna, la scuola di cucina Il cucinista e l'agenzia viaggi Four Season Natura e Cultura. L'associazione organizza poi incontri ed eventi con cittadini, associazioni, istituzioni e aziende. Il complesso è avviato verso l'autosostenibilità economica per le spese generali di gestione.

Interventi sulle travi e sui solai

Ora, invece, occorrono interventi strutturali (sulle travi principali e sui solai) che, se non eseguiti al più presto, comprometteranno l'agibilità della parte centrale dell'edificio. Tra l'altro devono essere risanate le antiche travi lignee dei solai, alcune delle quali nascoste nei controsoffitti decorati. Interventi di carattere sostenibile e antisismico necessari per proseguire l'attività e preservare gli aspetti storici e artistici della cascina, che già nel 2019 ha visto chiudere temporaneamente al pubblico alcune aree in seguito ad una analisi di vulnerabilità.

«Questi interventi non possono essere rimandati, altrimenti andrebbero a compromettere gli spazi centrali della cascina, che sono il cuore di essa, e che comporterebbero la chiusura al pubblico», spiega Elsa Garavaglia, docente di scienza delle costruzioni al Politecnico di Milano. Le donazioni potranno usufruire dell'Art Bonus, ovvero un credito d'imposta del 65% per le persone fisiche e giuridiche. Donando 20 euro si riceveranno la tessera e la borraccia della cascina; con 50 euro si ottiene un invito ad un aperitivo-degustazione; con 100 euro l'invito ad una cena speciale; con 200 euro la partecipazione alla cena di gala di primavera. Le imprese che doneranno almeno mille euro, invece, avranno la possibilità di avere in esclusiva spazi per un loro evento.

Alla campagna di crowfunding si può aderire online (dal sito Produzioni dal Basso), con un bonifico (se si vuole usufruire dell'Art Bonus) o direttamente in Cascina Cuccagna. Le coordinate del bonifico: beneficiario Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna, Iban IT95P0311101653000000004666, causale Art Bonus - Cascina Cuccagna - Restauro e Manutenzione. 

L'obiettivo della raccolta fondi è arrivare a 90 mila euro. Finora, online, sono stati raccolti circa 5.500 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento