menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Dragotto/MilanoToday

Foto Dragotto/MilanoToday

A Milano il 'censimento' delle bici: "Nuove ciclabili efficaci, sempre più ciclisti"

Il report ha evidenziato un notevole aumento sull'asse Buenos Aires-San Babila

"I dati che abbiamo raccolto confermano l'efficacia delle azioni senza precedenti che da alcuni mesi il Comune di Milano-Assessorato Mobilità ha intrapreso, azioni che per anni abbiamo richiesto e che finalmente cominciano a trovare la loro realizzazione, anche grazie a nuovi strumenti normativi previsti dal 'Decreto Rilancio' e al 'Decreto Semplificazioni'". A scriverlo è Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta) Milano Ciclobby dopo aver realizzato un report sull'aumento di ciclisti a Milano.

Sono diventata una ciclista-pendolare. Ma Milano (purtroppo) non è ancora Amsterdam

Il mini censimento dei ciclisti milanesi

L'associazione lo scorso 16 settembre ha effettuato un mini censimento dei ciclisti in città. "La percezione visiva del notevole aumento di ciclisti - scrive Fiab - che da alcuni mesi, a seguito della nuova infrastruttura ciclabile in sola segnaletica, transitano sull'asse Buenos Aires- San Babila ci ha spinto a fare una verifica oggettiva e numerica su questo tratto".

Nell'arco di 12 ore di una giornata lavorativa, 50 volontari hanno rilevato i passaggi da e per il centro, conteggiando sia le bici di proprietà che quelle in sharing, oltre che i monopattini. I rilevatori, uno per senso di marcia, sono stati posizionati in corso Venezia angolo via Senato, corso Venezia/Planetario e corso Buenos Aires angolo viale Tunisia.

Fiab dopo una crescita costante di ciclisti fino al 2016, dal 2017 aveva registrato una situazione sostanzialmente stabile, con un lieve calo nel 2019. Questi invece i passaggi rilevati in entrambe le direzioni (in entrata verso il centro e in uscita verso Loreto), dalle 7.30 alle 19.30:

  • Venezia/Senato: passa da 3241 del 2019 a 5744 del 2020 con un aumento percentuale del 77%
  • Venezia/Planetario: no dati 2018 e 2019; il 2017 indicava 4621 passaggi; nel 2020 sono 7077 passaggi, pari a +53%
  • Buenos Aires/Tunisia: passa da 3041 del 2019 a 6754, con un aumento del 122%.

Altri dati, rilevati attraverso una webcam collocata in piazzale Lima, consentono a Fiab di affermare che "nel mese di settembre quel tratto di ciclabile è stato attraversato mediamente da 7mila ciclisti al giorno", con una presenza nei giorni di pioggia che "non scende sotto i 2mila" e passaggi sempre elevati anche nel fine settimana.

Conclusioni

"L'aumento percepibile a vista del numero di ciclisti sull'asse San Babila-Buenos Aires (e ora anche Viale Monza) è confermato dai numeri - mette in luce Fiab Milano - le infrastrutture in sola segnaletica create nel giro di pochi mesi hanno messo i cittadini in condizioni di sentirsi in maggiore sicurezza. Determinante è stato il contribuito fornito dalle importanti modifiche al Codice della Strada che hanno dato l’opportunità agli amministratori di progettare e realizzare in tempi estremamente brevi quelle soluzioni di mobilità urbana sostenibile che da tempo chiedevamo contribuendo a far crescere quella rete di percorsi necessari per collegare tutto il territorio comunale estendendolo, quando possibile, anche a quello metropolitano".

"Le bike lane e le corsie ciclabili - continua la federazione - stanno contribuendo ad educare le persone alla condivisione dello spazio che prima era di esclusivo dominio di coloro che guidano i mezzi motorizzati, i quali ora avvertono di non essere più i soli a utilizzare le strade: si sta facendo strada – è il caso di dire – il concetto di condivisione dello spazio". ù

"Chiediamo perciò al Comune di Milano, con i suoi uffici preposti - conclude Fiab - di aggiornare con continuità le rilevazioni attraverso i suoi monitoraggi, in modo da avere un dato solido e inconfutabile degli spostamenti in bici lungo le varie direttrici. Questi dati servono per ragionare concretamente e non “per opinioni” sull'efficacia delle soluzioni intraprese e sulle eventuali correzioni da apportare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento