menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una parte del villaggio

Una parte del villaggio

Milano, chiude il villaggio di Babbo Natale più grande d'Italia: "Colpa di piogge e polemiche"

Il villaggio all'Ippodromo doveva chiudere il 6 gennaio ma il 24 dicembre scomparirà. I fatti

Santa Claus "scappa" da Milano. Martedì 24 dicembre, con tredici giorni di anticipo sul calendario previsto, chiuderà infatti il villaggio di Babbo Natale allestito all'Ippodromo di San Siro. Doveva essere un mondo fatato, una tappa da sogno per i bambini, ma tra sequestri della procura, ritardi e polemiche - tante, tantissime - dei visitatori, il mega parco a tema non aveva mai conquistato del tutto la città.  

Domenica sera, con un amaro post su Facebook, gli organizzatori de "Il sogno del Natale", hanno dato la triste notizia annunciato la serrata di quello che era stato presentato come il parco natalizio "più grande d'Italia", con un 'area di 30mila metri quadrati tra attrazioni, casette e spettacoli live.

Chiude il villaggio di Natale a Milano

"Gentile pubblico, il villaggio di Babbo Natale chiuderà il 24 dicembre 2019 alle ore 18 anziché il 6 gennaio 2020. Siamo costretti a questa scelta perché i continui attacchi e le costanti denigrazioni avvenute sui canali social e digitali dei giorni scorsi hanno purtroppo raggiunto il loro effetto riducendo drasticamente la vendita dei biglietti - hanno annunciato - e ponendoci nelle condizioni di non poter più sostenere i costi di gestione".

Eppure, giurano, l'impegno non è mancato. "Abbiamo lottato per oltre un mese contro una pioggia eccezionale (nel solo mese di novembre a Milano sono caduti 244 mm a fronte di una media di circa 100 mm) e per rimuovere il fango che aveva letteralmente coperto tutta l’area del villaggio abbiamo dovuto ritardare l’apertura. Di più non potevamo fare. Ringraziamo - hanno continuato - tutti quelli che sono venuti a trovarci e che hanno apprezzato l’esperienza".

"Ringraziamo anche quelli che ci hanno criticato utilizzando toni decisi ma sempre civili e garbati. Li abbiamo ascoltati e spesso siamo intervenuti - hanno assicurato gli organizzatori - seguendo le loro indicazioni per migliorare i servizi esterni. Quando dovuto, abbiamo rimborsato loro il biglietto, cosa che continueremo a fare per chi ha acquistato il tagliando in prevendita dal 25 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020".

"Chiudiamo con amarezza, ma - hanno concluso - con il ricordo delle migliaia di bambini e bambine dai volti estasiati e sorridenti all’uscita dalla casa di Babbo natale. Un ricordo che il fango non è riuscito a coprire".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento