menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scuola Morante

Scuola Morante

Riscaldamenti rotti e aule gelide: a Milano chiudono due scuole, "Dad" anche per i bimbi

Problemi al nido e all'asilo di via Massaua e alla Morante di via Pini. Tutti i bimbi a casa

Problemi ai tubi, impianti guasti e aule gelide. Risultato: piccoli alunni costretti a restare a casa e didattica a distanza anche per loro, come accade ormai da tempo per gli studenti delle scuole superiori, "fermati" dall'emergenza covid. 

Inizio settimana da dimenticare per le scuole di Milano, che si sono ritrovate a fare i conti con problemi tecnici e malfunzionamenti che hanno costretto il comune ad alzare, almeno per ora, bandiera bianca. 

Chiusa la scuola di via Massaua

La prima struttura a chiudere è stata quella di via Massaua, al Lorenteggio, che ospita l'asilo nido e la scuola dell'infanzia, frequentata da un centinaio di bambini.

Sabato, i tecnici erano intervenuti nell'istituto per un problema alla pompa dell'impianto di riscaldamento, che è stata sostituita. Quando è stata riaperta l'acqua - chiusa proprio per permettere agli operai di lavorare -, è stata riscontrata un'ostruzione nei tubi, che ha impedito il flusso in tutta la scuola. Lunedì mattina, stando a quanto appreso, la ditta ha effettuato un nuovo sopralluogo e il problema è stato circoscritto. Martedì mattina, dopo aver recuperato i pezzi necessari, sono cominciati i lavori per sostituire i pezzi della tubatura e sono poi state effettuate le prove del caso. Da mercoledì, quindi, la struttura tornerà aperta.

Chiusa anche la Morante di via Pini

Proprio martedì mattina, però, è scoppiata una seconda "grana", questa volta alla scuola elementare Elsa Morante di via Pini, a Lambrate. Anche qui ad andare ko è stata la tubatura dell'impianto di riscaldamento, con le classi che in poco tempo sono diventate gelide. 

Nei due plessi interessati dal guasto bisognerà sostituire circa 40, 50 metri di tubi dell'impianto: un lavoro "importante" e lungo, tanto che dall'assessorato all'edilizia scolastica hanno spostato alcuni operai da altri incarichi per cercare di velocizzare l'opera, a cui è stata data la priorità massima. 

Il mini cantiere - che partirà mercoledì dopo aver recuperato tutti i materiali necessari - dovrebbe durare tre giorni ed entro venerdì i lavori dovrebbero essere conclusi. A quel punto si provvederà a riavviare il riscaldamento, lasciandolo acceso per tutto il weekend per permettere alla temperature nelle aule di risalire. Da lunedì, salvo sorprese, i bimbi dovrebbero poi poter tornare in aula. Fino ad allora, stando a quanto comunicato dalla scuola, gli alunni seguiranno le lezioni a distanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento