rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Il flash mob / Porta Ticinese / Via Gentilino

La scuola che rischia di chiudere perché l'affitto non è rinnovabile

Succede alla scuola materna Gentilino. Genitori e il quartiere protestano. L'avviso il 16 aprile, non garantita continuità didattica per neo iscritti (e infatti il Comune non ha aperto posti nuovi). Ma c'è la possibilità di acquistare l'immobile

L'open day a febbraio, il 16 aprile la notizia che in realtà la scuola dell'infanzia di via Gentilino, quartiere San Gottardo, sarebbe stata chiusa. E ora la mobilitazione dei genitori (e del quartiere) per impedirlo. Venerdì mattina è stato organizzato un flash mob con due "mini cortei", uno da corso Manusardi e uno da via Torricelli, per convogliare proprio davanti all'istituto scolastico intorno alle 8.20, per l'apertura dei cancelli.

Da quanto si è appreso, l'immobile è in affitto ma non sarà possibile rinnovare il contratto, di qui la 'doccia fredda', sebbene il Comune di Milano abbia già fatto sapere alla proprietà di essere disponibile ad acquistare la struttura. La trattativa è appena iniziata e non è possibile al momento capire se andrà a buon fine. Non dovrebbero esserci problemi per gli alunni già iscritti dagli anni scorsi (e per un solo alunno per il quale è stato accordato il trasferimento da un'altra scuola per il 2024/2025), ma Palazzo Marino non può garantire la conclusione del ciclo di scuola materna per chi inizierà a settembre 2024. 

Intanto è partita una petizione (indirizzata al sindaco, alla giunta e ai consiglieri comunali e, per conoscenza, al Municipio 5) per chiedere informazioni più chiare sul futuro della scuola. "La scuola Gentilino ha sede presso un immobile di certo valore storico e rappresenta un punto di riferimento per il quartiere; la stessa amministrazione comunale annovera questo istituto tra i modelli d’eccellenza della nostra città, tanto da aver organizzato nel tempo diverse visite presso la scuola per condividere con la comunità e gli operatori del settore educativo, le buone prassi adottate", si legge nella petizione.

"Quanto accaduto appare di estrema gravità, in quanto non rende evidenza di una programmazione da parte dell’amministrazione la quale, pur sapendo della imminente scadenza contrattuale, non appare essersi impegnata per una soluzione alternativa", si legge ancora, insieme alla richiesta di un impegno concreto per "finalizzare l’acquisizione dell’immobile".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola che rischia di chiudere perché l'affitto non è rinnovabile

MilanoToday è in caricamento