Attualità Segrate

È milanese il primo ciclobus d'Italia: ecco il "pullman a pedali" per andare a scuola

Sarà attivo a Segrate e accompagnerà i bimbi a scuola. Può portare fino a 9 persone

Divertente, salute e green. A Segrate arriva il primo ciclobus d'Italia, una sorta di pullman a pedali che porterà i bimbi a scuola. Il mezzo, donato da Leo pharma e molto diffuso nel Nord Europa, inizierà a circolare il 12 ottobre e sarà disponibile gratuitamente per chiunque si iscriverà al servizio. 

"Segrate sempre più città della mobilità sostenibile e ciclabile. Da qui inizierà a circolare il primo Ciclobus d'Italia - hanno annunciato dal comune -. Il Ciclobus è un innovativo e straordinario mezzo di trasporto ecologico a pedalata assistita dedicato ai bambini delle scuole elementari, una sorta di bici-tandem che consente di trasportare fino a 9 persone, 6 bambini, un adulto autista e 2 bimbi sul seggiolino frontale".

"Nasce con l’intento di migliorare la qualità della vita nelle città e, oltre a togliere auto dalle nostre strade, coniuga una serie di buone pratiche: svolgere attività all'aria aperta, apprendere nozioni di educazione stradale e socializzare - hanno proseguito dall'amministrazione -. Il Ciclobus è il servizio gratuito nuovo, sicuro, divertente e salutare per andare a scuola. È guidato da un adulto autista e i bambini salgono a bordo alla fermata prestabilita per loro più comoda e vicina a casa. Lungo il percorso i bambini possono socializzare con i loro amici, fare attività motoria all'aria aperta e imparare nozioni di sicurezza stradale".

Per l'inizio dell'anno scolastico 2020/2021 il progetto parte in via sperimentale alla scuola elementare di Rovagnasco, per poi essere attivato a rotazione negli altri plessi raggiungibili. "L'obiettivo finale - hanno concluso dal comune - è riuscire a implementare il numero dei mezzi per raggiungere tutte le scuole del territorio". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È milanese il primo ciclobus d'Italia: ecco il "pullman a pedali" per andare a scuola

MilanoToday è in caricamento