menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cimitero monumentale

Il cimitero monumentale

Meno tombe, più prati per la dispersione delle ceneri: come cambieranno i cimiteri di Milano

Il comune di Milano ha varato il nuovo piano regolatore per i cimiteri della città. I dati

Le cremazioni aumenteranno del 53% e sono destinate a crescere (del 103%) anche le dispersioni di ceneri, mentre scenderanno del 25% le inumazioni. Sono le previsioni del comune di Milano sui servizi cimiteriali. Tendenze che hanno portato Palazzo Marino a ridisegnare, letteralmente, i cimiteri della città. E il nuovo piano regolatore dei luoghi di sepoltura è stato approvato dal consiglio comunale comunale nella serata di lunedì 9 dicembre con 28 voti favorevoli e 6 astenuti.

Il Piano riguarda gli otto cimiteri cittadini (Maggiore, Monumentale, Bruzzano, Lambrate, Chiaravalle, Greco, Baggio e Muggiano) che insieme coprono un’estensione di circa 148 ettari (di cui 21 ettari di spazi a verde), all’interno dei quali si trovano circa 886mila sepolture.

Gli obiettivi principali sono: innovare le soluzioni tecniche di sepoltura e di destinazione degli spazi (per esempio attraverso la piantumazione di alberi dove è avvenuta la dispersione delle ceneri, cellette ipogee - ovvero manufatti interrati - per la tumulazione dei resti e ceneri) e le modalità di progettazione attraverso il ricorso a forme aperte di concorsi, anche a livello internazionale, per alcune aree); valorizzare gli spazi cimiteriali attraverso iniziative artistico-culturali e di attrattività turistica allo scopo di promuovere la conoscenza del patrimonio artistico, storico e monumentale dei cimiteri cittadini; potenziare e valorizzare il contributo alla biodiversità urbana dei cimiteri attraverso un progetto di riforestazione atto a mitigare la concentrazione e il deposito di inquinanti atmosferici per incrementare i benefici sulla qualità dell’aria.

“Con il nuovo Piano regolatore approvato oggi dal Consiglio Comunale - ha commentato l’assessora ai Servizi Civici Roberta Cocco - adeguiamo il nostro sistema cimiteriale ai cambiamenti della società e della città. Il Piano ha richiesto un lungo iter di lavorazione, ma siamo molto soddisfatti del risultato, che riesce a coniugare valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dei nostri cimiteri, ottimizzazione e innovazione degli spazi e attenzione alla creazione e alla cura di nuove aree verdi”.

Il piano regolatore cimiteriale: cos'è

Il Piano Regolatore Cimiteriale è lo strumento attraverso il quale il Comune di Milano stabilisce la pianificazione del proprio sistema cimiteriale in relazione ai fabbisogni di sepoltura, disciplina le scelte dell'Amministrazione e organizza le funzioni cimiteriali. La proposta di aggiornamento del Piano, già elaborata nel corso della precedente consiliatura, è stata attualizzata con il supporto scientifico, culturale e metodologico del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano (Dastu/Polimi).

L’aggiornamento del Piano Regolatore è stato elaborato in base alla valutazione della domanda di sepoltura che, nel corso degli anni, è sempre più orientata alla tumulazione di ceneri a seguito di cremazione, con una conseguente diminuzione dei campi inumativi previsti dal Piano vigente, approvato nel 2000.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento