rotate-mobile
Cinema

Riapre a Milano il cinema Arlecchino

C'è anche Cineteca Milano nella gestione

Una nuova idea di cinema alla base della riapertura dell'Arlecchino di via San Pietro all'Orto, sala chiusa dallo scorso 10 febbraio. L'idea è stata concepita da Cineteca Milano e da Regno del Cinema della famiglia Quilleri, che a Milano gestisce l'Eliseo di via Torino e il Colosseo di viale Monte Nero. L'obiettivo è rivitalizzare una sala storica, in un quartiere ormai interamente dedicato allo shopping, 'arginando' il declino delle sale accelerato dalla pandemia covid e dall'esplosione delle piattaforme di streaming.

L'offerta sarà costruita insieme agli enti culturali della città, tra cui la Scala, Gallerie d'Italia e il Museo del Novecento, mentre insieme a Colosseo ed Eliseo saranno realizzati anche festival cinematografici, dibattiti e incontri, anche per le scuole. Spazio ai film in lingua originale così come ad eventi musicali legati al grande schermo. E il foyer ospiterà esposizioni in collaborazione col Mic, il museo interattivo del cinema.

"Una scelta coraggiosa - si legge in una nota di Cineteca Milano - in un momento storico difficile per lo spettacolo cinematografico, dettata dalla piena consapevolezza che la tutela e la valorizzazione del cinema è veramente tale solo se sappiamo conservare le architetture che hanno segnato la storia dello spettacolo cinematografico e immettere nella programmazione ingegno e fantasia per tornare a sognare ancora una volta al cinema".

Vita serale al centro

"La pandemia ha peggiorato una situazione che, però, va interpretata", ha commentato il sindaco di Milano Beppe Sala: "Il 2019 era stato un anno molto buono per il cinema, ma per le nuove generazioni va fatto qualcosa perché si affezionino come lo eravamo noi. Il cinema è importante per vari motivi: stare assieme a sconosciuti aiuta socialmente oppure non guardare il cellulare per due ore grazie alla magia che ti tiene inchiodato ad una storia, alle immagini e alla musica. E' stato ricordato che anni fa c'erano 50 sale in centro a Milano e oggi quasi più nulla. Garantire vita serale al centro è assolutamente importante".

"Oggi è la risposta di Milano e delle istituzioni del cinema che si prendono la responsabilità di tenere aperto un cinema monumento, ovvero un luogo dove tante generazioni si sono incontrate", ha aggiunto l'assessore alla cultura Tommaso Sacchi: "Siamo comunque in una fase storicamente molto complicata con -70% dei titoli di ingresso nei cinema a livello nazionale a causa dei mesi più duri della pandemia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre a Milano il cinema Arlecchino

MilanoToday è in caricamento