menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diverse star sostengono il progetto per aprire il primo cinema per bambini a Milano

Si chiamerà 'cinemarmocchi' e seguirà il metodo Montessori

Ci sono anche gli scrittori Roberto Saviano e Sandro Veronesi e l'attrice Geppi Cucciari tra coloro che hanno deciso di sostenere il Cinemarmocchi, il progetto per aprire a Milano, nel quartiere Giambellino, il primo cinema a misura di bambino. Online un crowdfunding invita tutti i milanesi a dare il proprio contributo.

Lanciata dall'associazione culturale Project W con Wanted Cinema e promossa dal Comune di Milano, la campagna che mira a finanziare la realizzazione del cinema sarà attiva fino a domenica 28 marzo sulla piattaforma Produzioni dal Basso, dove è possibile sostenere la raccolta fondi, che attualmente ha coinvolto 330 sostenitori raccogliendo più di 29mila euro, su un obiettivo di 31.660 euro. Tra i pacchetti proposti ai donatori anche 'quattro chiacchiere con Saviano' e il poster della Grande Bellezza con la dedica di Paolo Sorrentino. Una volta raggiunta la quota di finanziamento necessaria, il Comune contribuirà con il 60% rimanente.

Il Cinemarmocchi, che dovrebbe aprire all'interno del Giardino delle Crocerossine, ha subito visto l'entusiasmo di diversi personaggi pubblici: oltre a quelli già citati a promuoverlo sono stati anche il critico cinematografico Gianni Canova e le attrici Anna Foglietta e Vittoria Puccini. Patrocinato dal Municipio 6 del Comune e della Fondazione Ente dello Spettacolo, il cinema per bimbi e ragazzi verrà crato seguendo un metodo montessoriano che privilegi l'aggregazione, la socialità, l'integrazione e l'educazione al linguaggio della settima arte.

Cinemarmocchi sarà uno spazio in cui la programmazione dei film prenderà spunto dalla multiculturalità che contraddistingue il quartiere Giambellino e proporrà titoli inediti e in lingua originale con sottotitoli, coinvolgendo la comunità con incontri e i dibattiti insieme a ospiti, registi e autori. Le rassegne, che vedranno proiezioni anche all'aperto, saranno inoltre arricchite da attività come mostre, concerti e letture all'aria aperta, coinvolgendo anche gli adulti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Coronavirus

    Bollettino Milano e Lombardia: +2.546 contagi, 72 morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento