Attualità

Milano eletta città mondiale della cultura: "Multiculturale, vivace, una guida per tutti"

Milano ospiterà il prossimo anno il "World Cities Culture Summit". Tutti i dettagli

L’annuncio è stato dato venerdì, nella giornata conclusiva dei lavori del sesto "World Cities Culture Summit" che si è svolto nei giorni scorsi a Lisbona, dove si sono incontrati i leader e i più importanti esperti di cultura, provenienti da trentotto città diverse, per condividere le loro esperienze e buone pratiche.

Buone pratiche che, evidentemente, sotto la Madonnina abbondano. Proprio i trentotto leader hanno infatti scelto Milano per ospitare il Summit del prossimo anno, che si svolgerà dal 28 al 30 ottobre 2020 "grazie - spiega il comune - alla sua multiculturalità, alla sua vivace attività culturale e al suo ruolo di città guida per tutti gli operatori della cultura". 

“Ospitare il Summit culturale delle città del mondo 2020 è per Milano il più grande riconoscimento di un processo a lungo termine per consentire a Milano di diventare una capitale della cultura. Grazie alla spinta data da Expo 2015, Milano ha posto la cultura e la creatività al centro del suo sviluppo – ha detto un entusiasta Filippo Del Corno, assessore alla Cultura –. Durante il vertice Milano diventerà il fulcro di un dibattito politico sul ruolo chiave che la cultura può svolgere per affrontare le più grandi sfide del nostro tempo: cambiamenti climatici, inclusione sociale, forza lavoro creativa, rapporto tra centro e periferia nelle nostre città. Tutti questi problemi saranno affrontati dai leader delle città provenienti da tutto il mondo insieme a Milano. Non vediamo davvero l'ora di ospitarli a Milano”.

Justine Simons Obe, assessore alla Cultura e all’Industria Creativa e della Città di Londra e Presidente del World Cities Culture Forum ha dichiarato: “Sono lieta che Milano sia la prossima ospite del nostro vertice sulla cultura delle città del mondo. La cultura e la creatività sono fondamentali per il successo delle nostre città, poiché guidano le nostre economie, ispirano i giovani e trasformano la vita. Il vertice offre una grande opportunità per condividere le migliori pratiche in tutto il mondo e Milano sarà un host davvero stimolante per tutti noi”.

Ha affermato Paul Owens, co-fondatore di Bop Consulting e Direttore del World Cities Culture Forum: "La cultura e la creatività sono al centro dello sviluppo sociale ed economico di Milano. Le sue industrie creative e culturali sono all'avanguardia - con hub creativi dinamici in tutta la città. Il Summit sarà un'opportunità unica per le nostre città del mondo di imparare dall'esperienza di Milano, di condividere le proprie competenze e di favorire discussioni importanti sull'equità culturale e sulla qualità della vita di tutte le comunità della città".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano eletta città mondiale della cultura: "Multiculturale, vivace, una guida per tutti"

MilanoToday è in caricamento