Ramy e Adam sono italiani: consegnata la cittadinanza ai ragazzini eroi del bus dirottato

I due riuscirono a salvare i compagni di classe allertando i carabinieri

Adam El Hamami e Ramy Shehata sono ufficialmente cittadini italiani. I due ragazzi, che sventarono l'attentato al bus lo scorso 20 marzo a San Donato, hanno ricevuto il documento - approvato l'11 giugno con un provvedimento dal Consiglio dei ministri - con una cerimonia molto sentita svoltasi sabato 27 luglio nella Sala dei Ricevimenti del Comune di Crema, alla presenza del prefetto Vito Gagliardi e della sindaca Stefania Bonaldi.

A evitare la strage erano stati proprio Adam e Ramy, che erano riusciti a dare l'allarme al 112, guidando i carabinieri fino al loro pullman e permettendo agli stessi militari di fermare la folla corsa di Sy, che avrebbe voluto schiantarsi in pista a Linate e che adesso deve rispondere di sequestro di persona, strage, incendio, resistenza e lesioni aggravati dalle finalità terroristiche

La sindaca Bonaldi ha celebrato l'avvenimento con un post su Facebook, a cui ha aggiunto immagini della consegna ufficiale. Nelle sue parole la profonda ammirazione per i due "piccoli eroi". "Carissimi Adam e Ramy - scrive - sareste stati cittadini italiani anche senza questa cerimonia, perché avete mostrato di amare il Paese, che ora è il vostro Paese".

'Gli uomini - aggiunge - tutti gli uomini, persino i potenti e anche coloro che fanno le leggi, possono illudersi di potere scegliere il modo in cui si costruisce un legame di cittadinanza, certo è importantissimo scriverlo su un pezzo di carta o su un supporto informatico, come sta succedendo ora, perché solo così i diritti prendono vita, vengono riconosciuti e possono essere fatti valere. Ma il vero legame con una terra si scolpisce con i sentimenti e i valori, quelli che voi avete mostrato di possedere in abbondanza. Sentimenti e valori, che vi hanno permesso di schierarvi dalla parte dei più deboli, che in quei momenti drammatici erano i vostri compagni, i vostri amici, i vostri connazionali'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Cittadini dei nostri cuori prima che dell'Italia' li definisce la sindaca, prima di stringerli in un abbraccio, fisico e virtuale insieme. Poi rivolge un appello ai ragazzi: 'Un Paese che vi chiediamo di continuare ad amare e servire, perché esso è come la nostra famiglia, una grande famiglia, che attraversa un momento di fragilità e necessita dell'aiuto di tutti, anche, o soprattutto, dei nuovi italiani . Sono sicura che renderete migliore la nostra Italia, che saprete proteggerla come si protegge una madre e che farete di tutto per insegnare anche ai vostri fratelli che se il nostro Paese si smarrisce, la nostra vita diventerà peggiore e alla fine si perderà. Viva tutti gli esseri umani che amano i loro simili. Viva l'Italia, la nostra Italia, oggi ancora di più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Milano, paura sul tram: minaccia i passeggeri con un coltello, aveva anche cinque forbici

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

  • Milano, scuola e covid: 4 bimbi positivi, tutte le classi in isolamento (più una educatrice)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento