Come richiedere il medico di base a Milano per i non residenti

Ecco una guida per chi si trova in città e necessita di cure mediche o infermieristiche

Dottore (da Pexels)

Sono tante le persone che pur non risiedendo a Milano hanno bisogno di ricevere cure mediche e infermieristiche. E per chi è in città per un periodo superiore a tre mesi è previsto un servizio di sanità pubblica. Ecco come richiedere il medico di base a Milano se non si è residenti in città. 

Requisiti per richiedere il medico temporaneo di base a Milano

Nel caso in cui un cittadino soggiorni temporaneamente, per un periodo non inferiore ai 3 mesi, nel territorio di un’Asst (ex Asl) diversa da quella di residenza, è possibile chiedere l’iscrizione all’Asst di temporanea dimora, e scegliere il medico curante. Chi decide di optare per questa scelta viene cancellato temporaneamente dalla lista di residenza e dal proprio medico, ma può riattivare l’iscrizione una volta rientrato nel proprio Comune di residenza.

Per avere un medico di base temporaneo a Milano è necessario rispondere a almeno uno dei seguenti requisiti: essere in possesso di esenzione per patologia cronica o invalidità rilasciata dall’Asst/Ats di residenza; essere studente; svolgere attività lavorativa oppure possedere il certificato di disoccupazione. Inoltre, in Regione Lombardia, l’iscrizione temporanea può essere estesa: ai cittadini a partire dal compimento del 75° anno di età; agli ospiti di comunità protetta; ai minori in affido o in attesa di adozione; ai familiari a carico di lavoratore (situazione già tutelata anche dalla Circolare Ministero della Sanità 11.05.1984 n. 1000.1169).

Come farsi assegnare un medico di base temporaneo a Milano

L’iscrizione temporanea a un medico di base di Milano ha validità massima di un anno ed è rinnovabile a cura dell’interessato. Per attivare l’iscrizione temporanea è necessario rivolgersi all’Asst di residenza per l'attestazione di revoca dal proprio medico curante; recarsi presso gli sportelli “Scelta e Revoca” di Corso Italia 19 a Milano, aperti lunedi, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12 e dalle 13 alle 14.30 e martedì dalle 8.30 alle 14.30. Per la procedura sarà necessario presentare: documento d’identità; carta regionale dei servizi/codice fscale o tessera sanitaria nazionale; autocertificazione di domicilio; attestazione di revoca del medico nel precedente luogo di residenza e idonea documentazione che attesti una delle condizioni previste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento