rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
in università

Studenti Bocconi sospesi per sei mesi per commenti omofobi

I fatti dopo che l'università ha introdotto i bagni gender neutral

“Li puoi letteralmente usare per andare a trans”. “Se hai il…resti un maschio e sei hai la…resti femmina”. “Li userò ma non per andare in bagno”. Sono questi alcuni dei commenti che sono stati lasciati sotto un post e che hanno portato alla sospensione per sei mesi di tre studenti della Bocconi. Non un post qualunque. L’università tempo fa ha introdotto i bagni gender neutral e la notizia è stata diffusa da Bocconi Tv. 

A spiegare meglio la vicenda è Samuele Appignanesi che su Instagram racconta cosa è accaduto.  “Due anni fa, quando ho ripreso l’università dopo aver fatto coming out, ho iniziato ad avere difficoltà a usare i bagni”. Samuele racconta che in quelli degli uomini veniva guardato male e in quelli delle donne si sentiva fuori luogo. “Ho parlato della questione con l’università e immediatamente c’è stata una grande attenzione e un enorme impegno”. 

Bocconi provvede a introdurre i bagni “senza genere”, utilizzabili da chiunque. Samuele spiega di essersi attivato per diffondere la storia grazie all’aiuto delle associazioni di rappresentanza e a Bocconi Tv. Ma i commenti sono stati come fendenti. “Commenti come questi colpiscono le matricole appartenenti alla comunità LGBTQ+ o che hanno una disabilità, che leggendoli pensano di non essere al sicuro in università”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti Bocconi sospesi per sei mesi per commenti omofobi

MilanoToday è in caricamento