menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mario Mantovani

Mario Mantovani

Bando truccato e condanna: commissariata la casa di riposo dell'ex assessore lombardo

Scelta storica del prefetto: commissariata la casa di riposo riconducibile a Mario Mantovani

La parola fine. Il prefetto di Milano, Renato Saccone, ha disposto il commissariamento di "Opera Pia Castiglioni", la casa di riposo di Arconate riconducibile a Mario Mantovani, l'ex vicepresidente lombardo condannato in primo grado a 5 anni e 6 mesi per aver pilotato il bando che aveva portato poi proprio alla costruzione della struttura. 

Mantovani, volto storico di Forza Italia che è stato anche sindaco di Arconate, assessore lombardo al welfare, europarlamentare e sottosegretario del governo, era stato arrestato a ottobre 2015 - proprio mentre occupava la seconda poltrona più importante del Pirellone - ed è stato giudicato colpevole in primo grado a luglio del 2019. 

Dopo la richiesta dell'autorità nazionale anticorruzione di fine novembre 2020, nelle scorse ore dalla prefettura è arrivata una decisione che la stessa amministrazione di Arconate definisce storica. "I commissari nominati dal Prefetto sono il dott. Giuseppe Mele, già segretario generale del Comune di Milano e tra i massimi esperti di diritto amministrativo e il dott. Furio Massimino Zucco, manager sanitario e professore all'Università Statale di Milano", hanno fatto sapere dal comune. 

"Si tratta di una decisione storica per il comune di Arconate, che, dopo anni, vede finalmente trionfare la legalità. La scelta del Prefetto, che è organo di massima autorità ed estraneo ad ogni appartenenza politica, ha quindi dato ragione alle tesi dell'amministrazione comunale, che da sempre ha sostenuto di non poter in alcun modo trattare con Fondazione Mantovani Onlus e con Mario Mantovani, condannato in primo grado a 5 anni e 6 mesi di reclusione per aver truccato l'appalto per la realizzazione della struttura - hanno ribadito da palazzo di città in una nota -. La scelta del Prefetto testimonia, pertanto, che il comune non ha mai agito per ripicca o per vendetta, ma solo ed esclusivamente a difesa della legge e della legalità. La scelta del Prefetto evidenzia, ancora una volta, come vi sia un legame indissolubile tra Mantovani, la sua Fondazione e Opera Pia Castiglioni".

"Già nelle prossime ore il Sindaco Sergio Calloni, l'assessore alla Casa di Riposo Francesco Colombo e l'avvocato del Comune, Federico Boezio, si metteranno al lavoro con i commissari per percorrere l'ultimo miglio di strada, ovvero per garantire un'apertura rapida della Rsa, nella convinzione che l'avvio del servizio - conclude il comunicato - potrà finalmente avvenire nel pieno rispetto delle regole e rappresentare una ricchezza per la nostra comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento