Fabrizio Corona rischia di scontare in carcere anche l'anno appena trascorso in 'libertà'

Sul piano pratico, se la richiesta della Procura Generale verrà accolta, l'ex re dei paparazzi dovrà scontare il carcere tutto il periodo (cioè più di un anno) trascorso in affidamento terapeutico

Corona

Fabrizio Corona non avrebbe rispettato le prescrizioni previste dall'affidamento terapeutico e per questo dovrà restare in carcere. E' questo il pensiero di fondo dell'avvocato generale dello Stato, Nunzia Gatto, che ha chiesto ai giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano di revocare la misura alternativa al carcere concessa all'ex re dei paparazzi nel febbraio 2018 per permettergli di curarsi dalla sua dipendenza psicologica dalla droga.

Corona potrebbe recuperare in carcere l'anno di 'libertà'

Secondo la numero due della procura generale milanese, la revoca del provvedimento va applicata “ex tunc”, e quindi dal 21 febbraio 2018, giorno in cui Corona venne scarcerato e ammesso all'affidamento terapeutico. Sul piano pratico, se la richiesta della Procura Generale verrà accolta, l'ex re dei paparazzi dovrà scontare il carcere tutto il periodo (cioè più di un anno) trascorso in affidamento terapeutico, come spiega Askanews.

La tossicodipendenza di Corona

Secondo la difesa, rappresentata dagli avvocati Andrea Marini e Antonella Minieri, Fabrizio Corona deve avere la possibilità di curarsi in una struttura specializzata in tossicodipendenze. Da qui la richiesta dei legali di concedere all'ex re dei paparazzi un affidamento terapeutico “ristretto”: niente attività lavorativa, ma un percorso terapeutico da seguire quotidianamente all'interno di una comunità, con la possibilità di rientrare a casa di notte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giudici sono entrati in riserva: la loro decisione è attesa per i prossimi giorni. Corona è tornato in carcere il 25 marzo scorso dopo la decisione del giudice di Sorveglianza, Simone Luerti, di sospendere in via provvisoria l'affidamento terapeutico alla luce delle ripetute violazioni dell'ex fotografo, che non avrebbe rispettato una serie di prescrizioni.

Corona sfrattato dalla casa in centro a Milano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento