menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Navigli

Navigli

Coronavirus, in arrivo primi aiuti da Fondo mutuo soccorso a Milano: 8,5 milioni di euro

Aiuti anche alle piccole imprese del settore socio-educativo, penalizzate dal lockdown

La Giunta comunale di Milano è al lavoro per assegnare i primi aiuti economici raccolti dal Fondo di Mutuo Soccorso, aperto dal Comune per le categorie in difficoltà nell’emergenza covid-19. Con una delibera viene attribuita una parte dei contributi (8,5 milioni di euro, su 14,5 totali raccolti fino a questo momento). La distribuzione delle restanti somme del Fondo avverrà secondo le indicazioni che emergeranno dal confronto con il Consiglio Comunale.

Oltre ai 2 milioni destinati dall’inizio dell’emergenza al Fondo San Giuseppe per il sostegno alle fragilità, la Giunta ha integrato con ulteriori 2 milioni di euro le risorse derivanti dalla contribuzione statale per l’erogazione di “buoni spesa”, al fine di aumentare il numero dei nuclei familiari che potranno beneficiarne nei prossimi mesi.

Aiuti alle piccole imprese del settore socio educativo

Aiuti anche alle piccole imprese del settore socio-educativo, penalizzate dal periodo di lockdown, con interventi diretti al sostegno economico del comparto educativo privato per l’infanzia (0-3 anni) e delle scuole dell’infanzia paritarie private che rientrano nel sistema di offerta sul territorio del Comune di Milano: per questi si prevede di distribuire fino a 2,5 milioni di euro.

Infine, vengono stanziati 2 milioni di euro per le piccole imprese del settore culturale, per dare sostegno economico alle realtà che offrono servizi culturali alla città, particolarmente colpite dall’inattività derivante dal periodo di blocco. “Con questa delibera - ha spiegato l’assessore al Bilancio, Roberto Tasca - iniziamo ad assegnare una prima parte dei fondi, tenendo presente che i settori in difficoltà sono molti e diversificati. Iniziamo col sostenere tutta la platea dei richiedenti i buoni spesa, comprendendo quanti sono rimasti esclusi dall’assegnazione dei fondi statali, e poi aiuti a nidi e asili privati in difficoltà e alle piccole imprese che operano nel campo della cultura, che rappresentano una componente determinante del successo internazionale della città”.

“Per lo stanziamento della rimanente parte del fondo – ha continuato Tasca – ci atterremo alle indicazioni emerse dal confronto con il Consiglio Comunale, che riteniamo essenziale in questa difficile fase. Ringraziamo tutti coloro che ci permettono di sostenere con efficacia questa emergenza. La solidarietà dimostrata in queste settimane dalle istituzioni, dalle imprese e dai cittadini è un segnale di unità importante per la città. Speriamo che le donazioni continuino ad arrivare perché l’emergenza non è conclusa e riportare Milano ai livelli che merita richiede lo sforzo di tutti. Ora attendiamo anche quello del Governo e della Regione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento