rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Coronavirus

Coronavirus e crisi del turismo: una lettera per chiedere un fondo per aiutare i Comuni

Incontro tra gli assessori di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Matera, Milano, Napoli, Palermo, Parma, Roma, Torino e Venezia e la sottosegretaria Bonaccorsi

È già oggi il settore più colpito e probabilmente sarà quello che anche nelle prime fasi di ripresa pagherà a maggior prezzo la crisi economica derivata dal coronavirus. Sembra un passaggio inevitabile, per questo anche i Comuni si stanno mobilitando per sopperire agli ai mancati introiti derivati dal turismo. In questi termini, mercoledì c'è stato un incontro tra gli assessori al Turismo delle principali città d'arte italiane e la sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi per un confronto sulle misure da adottare con urgenza per affrontare la crisi che sta vivendo il comparto e rilanciare la promozione dei territori a livello nazionale e internazionale. 

La lettera al ministro Franceschini

Al centro del dibattito, i punti contenuti nell'appello rivolto dai responsabili del turismo locale in una lettera al ministro Dario Franceschini: tutela per imprese e tutti i lavoratori della filiera turistica, detrazioni fiscali e interventi di sviluppo economico per incentivare la ripresa, costituzione di un fondo speciale per i Comuni come ristoro al mancato introito del contributo di soggiorno e degli altri tributi comunali, condivisione di un piano di comunicazione elaborato con ENIT. 

Nuovi protocolli sanitari per contenere il virus

Nel corso della videoconferenza -  con gli assessori di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Matera, Milano, Napoli, Palermo, Parma, Roma, Torino e Venezia - è stato affrontato anche li tema dei protocolli sanitari a cui si dovranno attenere gli imprenditori del comparto per il contenimento del virus. Gli assessori hanno ribadito la necessità di richiedere risorse straordinarie per l'adeguamento delle strutture ricettive alle nuove norme da destinare agli operatori e di intensificare i controlli per combattere concorrenza sleale e abusivismo, al fine di garantire al massimo la sicurezza dei turisti quando ripartirà il mercato.  

"Un incontro proficuo - affermano gli Assessori - che getta le basi per una interlocuzione costante con il Governo nell'ottica di una partecipazione attiva degli amministratori locali nelle scelte che riguardano la filiera turistica e la promozione dei territori. Ringraziamo la sottosegretaria Bonaccorsi per la disponibilità dimostrata nel farsi portavoce delle istanze di uno dei settori che più ha risentito della crisi epidemiologica Covid-19 e sul quale grava, al momento, una profonda incertezza rispetto alla possibile ripartenza. Siamo fiduciosi del fatto che insieme potremo trovare le migliori strategie per resistere e per consentire al turismo di tornare a essere una leva potente per l'economia del nostro sistema Paese, sviluppando nuovi modelli di accoglienza e un'offerta più sostenibile".

Il confronto continuerà nei prossimi giorni con il ministro Franceschini e con i responsabili di Enit.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e crisi del turismo: una lettera per chiedere un fondo per aiutare i Comuni

MilanoToday è in caricamento