rotate-mobile
Coronavirus

Coronavirus, le condizioni dell'assessore regionale Alessandro Mattinzoli migliorano

Superata la terapia intensiva, dove è stato intubato, ora è in quarantena isolato

Migliorano le condizioni dell'assessore lombardo Alessandro Mattinzoli, che ha lasciato la terapia intensiva.

Mattinzoli, 60 anni, assessore regionale allo Sviluppo Economico, originario di Desenzano del Garda (Brescia) lo scorso 28 febbraio ha accusato i sintomi del Covid-19 ed è stato ricoverato agli Spedali Civili di Brescia. Superata la terapia intensiva, dove è stato intubato, ora si trova in quarantena in un padiglione di riabilitazione in isolamento: "E' stato come essere travolto da due Tir - ha detto al Corsera - il secondo dovuto a un peso emotivo che si somma a quello fisico". "Dobbiamo pensare a un modello che faccia pace con il pianeta - ha aggiunto parlando di sviluppo economico - e basato sulla ridistribuzione".

Dopo aver lodato il personale sanitario: "in terapia intensiva, intubato, non potevo fare niente se non affidarmi alle persone stupende che vi lavorano e che davvero si prendono cura di te in ogni minimo dettaglio, fanno tutto loro", c'è anche spazio per una riflessione sulle istituzioni. "Dal mio letto di ospedale mi sono indignato - dice Mattinzoli - per un presidente del Consiglio che non si è degnato di una sola visita in Lombardia. Bastava una conferenza stampa, lontano da tutti, per dare un segnale di vicinanza. Dovrebbe vergognarsi. E poi mi aspetterei che tutti gli schieramenti politici si unissero in una sola voce per chiedere all'Europa ciò che ora è dovuto all'Italia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, le condizioni dell'assessore regionale Alessandro Mattinzoli migliorano

MilanoToday è in caricamento