menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Sala: «Ambrogini 2020 a chi tiene aperta la panetteria o lavora negli ospedali»

La proposta del sindaco di Milano per assegnare il riconoscimento agli "eroi" sconosciuti di queste giornate difficili

Gli Ambrogini d'Oro del 2020? «Milano premierà illustri sconosciuti, come chi lavora negli ospedali, nei supermercati o tiene aperta una panetteria, o le forze dell'ordine». L'idea è stata lanciata martedì mattina da Giuseppe Sala, sindaco della città, con il consueto video postato sulla sua pagina Facebook, tutto a tema Coronavirus e Covid-19. «Stanotte ho fatto un sogno, ero nelle mie vesti di sindaco e consegnavo l'Ambrogino d'Oro, ma sul più bello mi sono svegliato», racconta Sala.

L'Ambrogino è in realtà un riconoscimento di competenza dell'ufficio di presidenza del consiglio comunale, allargato ai capigruppo, e il sindaco lo sa bene. Ci tiene dunque a dire che il suo è semplicemente un suggerimento. Ma che avanzerà «in maniera più decisa» rispetto ad anni passati, quando qualche idea l'aveva comunque fornita.

«Penso che sarebbe molto bello e giusto - continua il primo cittadino di Milano - premiare con gli Ambrogini 2020 alcuni rappresentanti di quelle categorie che stanno lavorando per noi, e che sono illustri sconosciuti: chi lavora in ospedale, chi in un supermercato, chi tiene aperta una panetteria o una macelleria, chi fa parte delle forze dell'ordine, chi guida un tir o un mezzo pubblico, chi si occupa di informazione o chi tiene aperta una edicola, chi si occupa di pulizie o di manutenzioni, chi fa il taxista, e le categorie sarebbero ovviamente altre».

Il messaggio si conclude con un invito-appello a scrivergli su Facebook o Instagram per «dirmi che cosa pensate di questa idea o darmi altri suggerimenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento