menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio Armani - foto Ansa

Giorgio Armani - foto Ansa

Coronavirus, il cuore d'oro di Armani: Re Giorgio produrrà camici per i medici

Gli stabilimenti italiani inizieranno a produrre camici monouso per gli operatori sanitari

Dagli abiti ai camici. Giorgio Armani scende in campo, di nuovo, per fare la sua parte nella guerra al Coronavirus. Mercoledì, infatti, il gruppo di Re Giorgio ha deciso di dare una mano, pratica, nella battaglia all'epidemia, iniziando a produrre camici per chi sta lottando in prima persona in corsia. 

"Il gruppo Armani - si legge in una nota - comunica la conversione di tutti i propri stabilimenti produttivi italiani nella produzione di camici monouso destinati alla protezione individuale degli operatori sanitari impegnati a fronteggiare il Coronavirus". 

In pratica, quindi, da giovedì le fabbriche griffate Armani si concentreranno solo ed esclusivamente sulla produzione di camici da destinare agli ospedali lombardi e italiani. 

Inoltre, “Giorgio Armani ha deciso di dare il suo contributo anche all’ospedale di Bergamo, a quello di Piacenza e a quello della Versilia, arrivando così a una donazione complessiva di 2 milioni di euro”, compresi i fondi già destinati nei giorni scorsi alla protezione civile, al Sacco, al San Raffaele, all'istituto tumori di Milano e allo Spallanzani di Roma. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento