menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Coronavirus: "Nelle aziende che non applicano il Decreto non si deve iniziare a lavorare"

L'appello del segretario di Cgil Milano Massimo Bonini

"Da oggi nelle aziende che non applicano rigorosamente le indicazioni del Decreto non si deve iniziare a lavorare". Questa la raccomandazione, lapidaria, di Massimo Bonini, segretario della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano Cgil, dopo il nuovo decreto del Governo per combattere il coronavirus, firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte l'11 marzo.

"Oltre il confine delle periferie ci sono tantissimi luoghi di lavoro pieni", continua Bonini, dicendosi preoccupato per la mancanza di sicurezza di queste aziende, dove "migliaia di lavoratori stanno gomito a gomito". Secondo il segretario di Cgil Milano è assurdo richiamare ai controlli gli enti preposti, perché in questo momento di emergenza sanitaria Ats è impegnata a gestire malati e persone in quarantena. 

"Si fa confusione sulle produzioni necessarie nelle emergenze - afferma Bonini -. Pensateci non sono tante. Vanno garantite le produzioni delle filiere della sanità, degli alimentari, delle reti energetiche, e del farmaco. E poco altro. Anche in questi casi bisogna garantire l’incolumità di tutti anche con l’uso delle forze dell’ordine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento