Martedì, 21 Settembre 2021
Coronavirus Busto Garolfo

Il bar che non serve clienti ai tavoli all'interno per non chiedere il green pass

Il locale: "Situazione sanitaria dei nostri clienti è privata"

Il locale - Foto da Instagram

Nastro bianco e rosso e posti off limits. Il "Cafè Gourmand", bar di Busto Garolfo, nel Milanese, ha deciso di (auto) sospendere momentaneamente il servizio ai tavoli all'interno del locale per evitare di dover chiedere ai clienti di presentare il green pass che attesta l'avvenuta vaccinazione o la negatività al covid. 

Dal 6 agosto, infatti, per decisione del governo guidato dal premier Mario Draghi, per sedersi all'interno dei locali - e per altre attività al chiuso - è necessario mostrare ai titolari la certificazione verde. I proprietari del bar di Busto Garolfo, però, hanno deciso - parole loro - di rispettare la libertà di tutti. 

Con un post su Facebook, i gestori del "Gourmand" hanno fatto sapere che "le consumazioni all'interno del bar" sono sospese e che "il servizio è valido solo all'esterno e al banco", dove invece il green pass non è necessario. 

"Riteniamo che la situazione sanitaria dei nostri clienti sia una questione privata e di libera scelta", hanno spiegato dal bar. E ancora: "La nostra è una decisione di principio. Non abbiamo mai discriminato nessuno e mai lo faremo, non abbiamo intenzione di trovarci nel ruolo di controllare i documenti personali. Il nostro - hanno assicurato i titolari in conclusione - rimane un luogo di socialità aperto a tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bar che non serve clienti ai tavoli all'interno per non chiedere il green pass

MilanoToday è in caricamento