rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Coronavirus

Dai bauli in Duomo ai centri di vaccinazione anti Covid: "arruolati" i lavoratori dello spettacolo

Circa un centinaio coinvolti: per ora forniscono materiale comunicativo, ma forse contribuiranno all'allestimento dei centri temporanei di vaccinazione

L'associazione "Bauli in piazza" in campo per i vaccini anti Covid. La richiesta di collaborazione è partita direttamente dal commissario per l'emergenza, Domenico Arcuri, con l'intermediazione dell'archistar Stefano Boeri che ha ideato il concept architettonico e comunicativo della campagna vaccinale.

I lavoratori dello spettacolo, che a ottobre 2020 hanno portato un migliaio di persone in piazza del Duomo con cinquecento casse tipicamente utilizzate per trasportare le attrezzature, hanno risposto alla chiamata e accettato la richiesta di collaborare alla campagna comunicativa sulla vaccinazione. 

Totem promozionali, pannelli per le conferenze stampa, materiale informativo iin 314 ospedali a partire dal 27 dicembre, il giorno in cui la vaccinazione è partita in tutta Europa. La collaborazione potrebbe però proseguire sul piano tecnico-logistico, soprattutto se e quando verranno realizzate strutture temporanee per vaccinare le persone. Al momento sono stati coinvolti circa un centinaio di questi lavoratori. 

La loro battaglia, inutile dirlo, resta intatta: la ripartenza della cultura, dello spettacolo e degli eventi. Che, all'orizzonte, non c'è ancora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai bauli in Duomo ai centri di vaccinazione anti Covid: "arruolati" i lavoratori dello spettacolo

MilanoToday è in caricamento