menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Berlusconi parla dall'ospedale: "Lotto contro questa malattia infernale, spero di farcela"

Berlusconi è ricoverato da giorni al San Raffaele per il coronavirus. Le sue parole

La paura, la voglia di combattere e la speranza. Silvio Berlusconi, ricoverato da giorni al San Raffaele di Milano dopo essere risultato positivo al coronavirus, ha parlato per la prima volta dalla sua stanza d'ospedale. Lo ha fatto martedì sera intervenendo telefonicamente a un comizio di Forza Italia a Fenis, in Valle d'Aosta. 

"Sto lottando per uscire da questa infernale malattia, è molto brutta - ha detto l'ex presidente del Milan, che è curato dal suo medico personale Alberto Zangrillo, primario della terapia intensiva -. Qui al San Raffaele hanno fatto migliaia di esami e io sono risultato tra i primi cinque per forza del virus", ha svelato Berlusconi. 

Il numero uno di Forza Italia, comunque, non ha nessuna voglia di arrendersi: "Ce la sto mettendo tutta - ha garantito in conclusione - e spero proprio di farcela e di riuscire a tornare in pista". 

L'ultimo bollettino sullo stato di salute del presidente del Monza è di martedì. "Possiamo confermare l’osservazione di un quadro clinico in costante evoluzione favorevole - avevano fatto sapere dal San Raffaele -. Tutti i parametri clinici ed ematochimici monitorati sono rassicuranti”. Berlusconi, che aveva trascorso le vacanze tra Capri e la Sardegna - dove aveva incontrato Flavio Briatore, anche lui positivo - era risultato negativo a un primo tampone fatto al rientro in Lombardia, ma poi il contagio era stato certificato il giorno successivo, come accaduto tra l'altro per molti suoi familiari. Lo stesso Zangrillo aveva confermato per il leader di Forza Italia un "blando coinvolgimento polmonare". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento