Coronavirus

Bertolaso pronto a lasciare la Lombardia: "Missione compiuta, non servo più"

Il commissario straordinario avrebbe anticipato la sua decisione a Fontana nella giornata di venerdì 23 aprile

Il commissario Figliuolo e Berolaso

Guido Bertolaso potrebbe presto lasciare Milano ma non il suo ruolo di commissario per la campagna vaccinale della Lombardia perché considera conclusa la sua missione. L'ex numero uno della protezione civile avrebbe comunicato la sua decisione al governatore Attilio Fontana nella giornata venerdì 23 aprile. "La macchina è organizzata, gli hub massivi funzionano. A un certo punto che credo che Bertolaso non serva più", ha anticipato alla trasmissione Quarta Repubblica (Rete4) nella serata di lunedì 26 aprile.

Per il momento non è chiaro quando Bertolaso lascerà Milano, nel pomeriggio di martedì 27 aprile il governatore Attilio Fontana, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia, ha spiegato che il consulente continuerà a lavorare per la regione ma sarà meno presente fisicamente. "Bertolaso — ha aggiunto Fontana — continuerà a collaborare con la Regione Lombardia. Probabilmente sarà meno presente fisicamente, ma continuerà a seguire lui tutta la campagna vaccinale. Adesso è qui sette giorni la settimana, in futuro magari un po' meno. Continua a essere e sarà il consulente sulla vaccinazione. Una persona che io stimo tantissimo. La macchina che lui ha predisposto sta funzionando molto bene ma penso anche che una personalità come la sua serva sempre. Lo ringrazio per tutto quello che ha fatto fino ad oggi".

"Guido Bertolaso ha fatto sicuramente un ottimo lavoro — ha continuato Fontana —. Abbiamo ancora bisogno di lui, quindi sono convinto che continueremo a lavorare insieme perché quello della vaccinazione è un progetto assolutamente importante e rilevante".

Nella serata di martedì Bertolaso ha precisato la sua posizione: "Ci tengo a precisare che non ho intenzione di abbandonare il coordinamento della campagna vaccinale in Lombardia, semplicemente non sarò più fisicamente 7 giorni su 7 in Lombardia — ha scritto l'ex numero uno della protezione civile in un post su Facebook —. E comunque non nell'immediato. La macchina è efficiente e ben avviata, la mia presenza non è fondamentale come nella fase di coordinamento iniziale". Bertolaso ha poi assicurato che continuerà a a seguire i briefing quotidiani e ad essere presente "ogni qual volta sarà necessario. Fino a quando tutti i lombardi non saranno stati vaccinati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertolaso pronto a lasciare la Lombardia: "Missione compiuta, non servo più"

MilanoToday è in caricamento