Coronavirus

Bollettino coronavirus, crescono i casi in Lombardia: è boom di ricoveri negli ospedali

I dati sono stati resi noti dalla protezione civile. Boom di persone nelle terapie intensive

Nella giornata di sabato 13 ottobre sono stati accertati altri 2.664 casi in tutta la Regione (a fronte di 29053 tamponi). Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 1.388 persone positive al virus arrivato dalla Cina; all'ombra della Madonnina ne sono state infettate altre 634. I dati sono stati resi noti dalla Regione attraverso il consueto bollettino.

Sono sempre più sotto stress i reparti di terapia intensiva dedicati ai malati covid. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 25 ricoveri; in totale i reparti di rianimazione stanno curando 96 pazienti. Costantemente continua ad aumentare la pressione nei reparti  delle strutture sanitarie: in una sola giornata ci sono stati 109 ricoveri. Nelle strutture sanitarie della Regione ci sono in tutto 1039 persone affette da covid-19.

Non si è ancora fermata la lunga scia di morte provocata dal virus che in una sola giornata ha ucciso altre 13 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 17057 .

bollettino-13-ottobre-2020

La nuova ordinanza della Regione: cosa cambia

Locali chiusi alle 24, e dalle 18 solo con servizio al tavolo. Distributori automatici chiusi dalle 18 alle 6. Sospese le sale giochi e sale bingo. Sospeso lo sport dilettantistico di contatto, allenamenti compresi. E didattica a distanza "alternata" nelle scuole superiori. Sono i punti principali della nuova ordinanza di Regione Lombardia per arginare i contagi Covid, firmata nella serata di venerdì 16 ottobre e in vigore da mezzanotte di sabato 17 fino a venerdì 6 novembre.

Evitata dunque, almeno per ora, la serrata alle 21 per i locali, misura di cui si è molto parlato nelle ultime ore. L'ordinanza è il frutto dell'incontro svoltosi venerdì a Palazzo Lombardia con i sindaci dei capoluoghi di provincia, i capigruppo in consiglio regionale e il prefetto di Milano, Renato Saccone. Il governatore Attilio Fontana ha sottoposto il testo anche al ministro della Salute Roberto Speranza. In precedenza il premier Giuseppe Conte, parlando da Bruxelles, aveva escluso un lockdown sulla città di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus, crescono i casi in Lombardia: è boom di ricoveri negli ospedali

MilanoToday è in caricamento