Coronavirus

Bollettino covid Milano e Lombardia oggi: 438 positivi, terapie intensive +1

I dati ufficiali sull'andamento dell'epidemia di covid in Lombardia

La Lombardia continua, senza sosta, a monitorare la situazione covid. Nelle ultime 24 ore sono stati 438 i nuovi positivi, a fronte di 38.089 tamponi. Il rapporto tra casi testati e positività riscontrate è quindi dell'1,15%, in linea con i dati degli ultimi giorni. Nella città metropolitana di Milano i nuovi contagiati sono 165. 

Nei reparti ordinari ricoveri in calo di 7 unità: ora i letti occupati sono 136. Aumentano di un paziente invece le terapie intensive, che adesso stanno curando 31 persone. I guariti e i dimessi dell'ultima giornata sono 1.609. 

Nelle ultime 24 ore sono state 4 le vittime, con il tragico bilancio da inizio pandemia arrivato a 33.808 morti. 

Lombardia tra zona bianca e zona gialla? 

Dopo settimane in cui la fase più acuta dell'emergenza sembrava essere alle spalle, da qualche giorno la tendenza sembra essersi invertita, soprattutto a causa dell'avanzare della variante Delta, ex indiana.

Così è tornato lo spauracchio zona gialla. Dal 14 giugno scorso la regione è in zona bianca, "guadagnata" faticosamente dopo lunghissimi mesi di divieti e sacrifici dei cittadini, e per restare nella fascia di rischio più bassa è necessario che la Lombardia stia lontana dai 50 casi sui 100mila abitanti e che l'Rt si mantenga sotto l'1. La situazione è in rapida evoluzione e il rischio che i dati peggiorino è più che una possibilità, ma per adesso la zona gialla è soltanto una "minaccia" all'orizzonte. 

Se i numeri sull'epidemia vanno nella direzione sbagliata, infatti, ci sono anche dati che lasciano ben sperare. La campagna vaccinale sta proseguendo tutto sommato bene e, soprattutto, gli ospedali sono ancora ben distanti dall'allarme.

Cambiano i parametri per le zone? 

Proprio per scongiurare il rischio che la Lombardia e gran parte dell'Italia tornino in zona gialla, il ministro della Salute, Roberto Speranza, per la prima volta ha aperto all'ipotesi che possano cambiare i parametri per stabilire le fasce di rischio. 

L'idea è dare più peso ai ricoveri: "In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione - ha detto nelle scorse ore l'esponente del governo -, è ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori". 

E qualche ora prima sul tema si era già espressa l'assessore al welfare lombardo, Letizia Moratti. "Basta con le chiusure che derivano dalle zone rosse, arancioni e gialle, che limitano la libertà delle persone e penalizzano le tante imprese e i pubblici esercizi che hanno bisogno di lavorare - le sue parole -. Basta con la logica dei lockdown generalizzati. In Lombardia la campagna vaccinale sta andando molto bene: abbiamo il 70% della popolazione che ha aderito alla campagna vaccinale, il 75% ha già ricevuto la prima dose, il 50% ha completato il ciclo vaccinale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino covid Milano e Lombardia oggi: 438 positivi, terapie intensive +1

MilanoToday è in caricamento