Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

Boom di contagi in Lombardia e a Milano. Ecco i dati del bollettino di mercoledì 21 ottobre

Si è impennata la curva dei contagi di coronavirus a Milano e in Lombardia. Nella giornata di mercoledì 21 ottobre sono stati accertati altri 4.125 casi in tutta la Regione (a fronte di 36416 tamponi). Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 1.858 persone positive al virus arrivato dalla Cina (753 all'ombra della Madonnina). I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile attraverso il consueto bollettino.

Sono sempre più sotto stress i reparti di terapia intensiva dedicati ai pazienti covid. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 11 ricoveri; in totale i reparti di rianimazione stanno curando 134 malati. Costantemente continua ad aumentare la pressione nei reparti covid delle strutture sanitarie: in una sola giornata i posti letto occupati dai pazienti sono aumentati di 253 unità per un totale di 1.521 pazienti. Nelle strutture sanitarie della Regione ci sono in tutto 1.655 persone affette da covid-19.

Non si è ancora fermata la lunga scia di morte provocata dal virus che in una sola giornata ha ucciso altre 20 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 17.123 .

bollettino-21-ottobre-2020

Iscriviti al canale YouTube di MilanoToday: video gratis e anteprime

Il coprifuoco

Coprifuoco in tutta la Lombardia da giovedì 22 ottobre 2020. La bozza di ordinanza è stata firmata nelle scorse ore dal governatore Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza, inviata all'Anci e ai sindaci dei 12 capoluoghi di provincia che la devono valutare, prevede che dalle 23 alle 5 del mattino successivo ci si possa spostare solo per "comprovate esigenze lavorative" situazioni di necessità e urgenza e motivi di salute. Sono stati superati quindi i dubbi nel numero 1 del Carroccio Matteo Salvini, che si era detto contrario.

Sarà necessaria una autocertificazione e le sanzioni sono quelle previste dal decreto dello scorso 25 marzo 2020 sull'emergenza coronavirus. La decisione del coprifuoco è stata presa dopo aver esaminato le proiezioni sui contagi che a fine mese, se non cambierà il trend, potrebbero portare fino a 4mila ricoveri nei normali reparti e a circa 500 in terapia intensiva.

Coprifuoco in Lombardia: ecco il testo dell'ordinanza

Speranza: "Sono ore complicate. Al lavoro con le Regioni per misure ulteriori"

Nel frattempo non si ferma il lavoro del governo. "Sono ore complicate. Siamo al lavoro con numerose regioni italiane per provare a costruire misure più capaci di rispondere alla sfida che ancora il virus ci porta. Stiamo provando a dare un messaggio molto chiaro anche all'opinione pubblica come abbiamo fatto in questi mesi: è una partita che richiede la massima attenzione, dal governo centrale e da quelli regionali e delle autonomie locali, ma anche da parte dei cittadini che sono chiamati alla massima attenzione e a evitare il più possibile le occasioni del contagio". È quanto ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo nella tarda mattinata di mercoledì in videocollegamento all'Assemblea pubblica di Assogenerici. "Sono giorni molto delicati, siamo ancora dentro una sfida complicata, come è evidente dai numeri che crescono in Italia e nel resto dei Paesi europei e del mondo", ha aggiunto il ministro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento