Mercoledì, 22 Settembre 2021
Coronavirus

Bolletino covid, 177 positivi in Lombardia. Aumentano (per il secondo giorno) i ricoveri

I dati ufficiali del bollettino di oggi, lunedì 6 settembre

La Lombardia continua a monitorare i dati dell'epidemia di coronavirus. Stando al bollettino diffuso lunedì 6 settembre dal ministero della salute, nelle ultime 24 ore sono stati scoperti altri 177 positivi al covid a fronte di 12683 tamponi. Il rapporto fra casi testati e nuovi contagi è dell'1,4%, praticamente il doppio rispetto a ieri. Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 75 persone che hanno contratto il coronavirus. 

In chairoscuro numeri che arrivano dagli ospedali. Calano di 2 i ricoveri nelle terapie intensive, che adesso curano 56 pazienti. Salgono invece i ricoveri nei reparti ordinari: i posti letto occupati, ad ora, sono 375, + 10 rispetto a ieri, quando era stato registrato un altro aumento di 13 persone. Tre i morti nell'ultima giornata. Da inizio dell'epidemia il tragico bilancio totale della vittime in Lombardia è di 33936.

L'ipotesi del green pass esteso

Intanto, mentre la Lombardia e tutta Italia cercano di tenere a bada l'emergenza, il governo sembra intenzionato ad estendere l'utilizzo del green pass ad altre categorie di lavoratori tra cui, stando alle indiscrezioni, i dipendenti pubblici e chi lavora in settori in cui il certificato è già obbligatorio per gli utenti, come ad esempio la ristorazione e il trasporto pubblico, senza escludere - per ora - l'idea di rendere obbligatorio il vaccino.

Tutti i lavoratori dovranno essere quindi muniti di carta verde? Nel governo qualcuno effettivamente ci sta già pensando. Del resto già il presidente del consiglio Mario Draghi aveva lasciato intendere che per l'obbligo vaccinale è solo una questione di tempo. "Ne parliamo la prossima settimana in sede di cabina di regia - ha fatto sapere nelle scorse ore il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta - e poi dalla cabina di regia in consiglio dei ministri con tutte le determinazioni che il Cdm indicherà".

Sabato sul tema obbligo vaccinale si è espresso anche il sindaco di Milano, Beppe Sala, che non ha affatto chiuso alla possibilità. “Sono favorevole all’obbligo vaccinale, poi ovviamente dipende in che situazioni, che cosa vuol dire l’obbligo, ma questo sta nel buon senso e nella gestione", ha detto a margine della presentazione della lista Volt. “Io da sempre sono un sostenitore dell’utilità dei vaccini e anche del green pass quindi il mio invito è di non essere ambigui. Si può stare da una parte o dall’altra. Io ho visto che ci sono un paio di liste tra le tredici che sono contro i vaccini. È la democrazia, è un loro diritto. Io non me la prendo con chi si candida a rappresentare una parte della popolazione, ma per quanto mi riguarda non voglio essere ambiguo”, ha garantito il sindaco. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletino covid, 177 positivi in Lombardia. Aumentano (per il secondo giorno) i ricoveri

MilanoToday è in caricamento