menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, aumentano i casi a scuola: 175 positivi in una settimana, quasi 3mila in isolamento

I numeri forniti da Ats città metropolitana di Milano. Una settimana fa erano 85 i positivi

Il coronavirus continua a bussare alle porte delle scuole lombarde. Stando all'ultimo bollettino fornito martedì pomeriggio da Ats città metropolitana di Milano, e riferito ai dati ricevuti tra il 5 e l'11 ottobre, sono stati 175 i casi positivi segnalati. 

Tra questi, ha fatto sapere l'agenzia di tutela della salute, 147 sono alunni e 28 operatori scolastici. I nuovi studenti positivi a Milano città sono 103, mentre 65 segnalazioni sono arrivate dalla città metropolitana e 7 dalla provincia di Lodi, che come gestione ricade sotto l'Ats meneghina. "Il numero totale di persone isolate - ha segnalato ancora l'ente - è invece pari a 2.895: 2.811 alunni e 84 operatori scolastici".

Il caso scuola

Nell'ultimo Dpcm, il decreto del presidente del consiglio dei ministri firmato ufficialmente martedì 13 ottobre che ha reintrodotto nuove restrizioni per i locali, per ora non sono state previste novità per le scuole, con gli studenti che quindi continueranno a frequentare le lezioni in presenza. 

La decisione, evidentemente, non ha convinto del tutto il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, che martedì dal Pirellone ha fatto sapere di non essere particolarmente convinto. "Nel leggere, finalmente, il Dpcm, prendo atto con rammarico che non vengono affrontati temi fondamentali come la didattica a distanza per le classi superiori e l'affollamento dei mezzi pubblici, laddove l'inizio delle scuole e la mobilità pubblica si sono rivelati due degli aspetti che più hanno influenzato l'aumento della curva epidemiologica", ha attaccato. 

L'idea della regione, infatti, era passare alla didattica a distanza almeno per le superiori così da riuscire anche ad alleggerire il carico sui mezzi pubblici, ma la proposta si è scontrata con un secco no del governo, con in testa il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'istruzione, Lucia Azzolina. 

La progressione dei contagi a scuola

Che i contagi tra i giovani e a scuola stiano salendo, comunque, lo testimoniano i numeri. Dal 28 settembre al 4 ottobre - sempre stando ai dati forniti dall'Ats - erano stati 85 i casi positivi: 77 alunni e 8 operatori. 

Dal 20 al 26 settembre, invece, l'agenzia di tutela della salute aveva ricevuto "segnalazioni di 39 casi di tamponi positivi al Covid-19", tra cui "35 alunni e 4 operatori". Numeri ancora inferiori, ma era inevitabile, nei primi giorni del nuovo anno scolastico, ripartito dopo il lockdown di febbraio scorso. 

"Dall'inizio dell'attività didattica fino al 20 settembre 2020", aveva informato sempre Ats, erano giunte "segnalazioni di 33 casi di tamponi positivi al Covid-19", tra cui 27 alunni. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento