menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il bollettino covid Milano e Lombardia: altri 87 morti ma i contagi calano

I dati elaborati dalla Regione Lombardia e dal ministero della Salute sulla pandemia

Come sempre il bollettino sui contagi da covid è stato pubblicato nel tardo pomeriggio dal ministero della Salute. In Lombardia continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-11) e nei reparti (-256). A fronte di 47.103 tamponi effettuati, sono 2.431 i nuovi positivi (5,1%).

Dei 47.103 tamponi 30.057 erano molecolari e 17.046 antigenici. Così come dei nuovi casi positivi (2.431) 131 sono da considerarsi 'debolmente positivi'. I guariti/dimessi salgono a un totale complessivo di 677.650 (+2.867 nelle ultime 24 ore), di cui 4.913 dimessi e 672.737 guariti. 

I pazienti ora ricoverati in terapia intensiva sono 728 (-11 rispetto a giovedì). Quelli ricoverati non in terapia intensiva sono 5.131 (-256). I morti delle ultime 24 ore sono stati 87. I decessi dall'inizio della pandemia in Lombardia sono 32.146.

Tra le province resta Milano quella con i numeri più elevati. 791 di cui 302 a Milano città; Bergamo: 210; Brescia: 300; Como: 144; Cremona: 67; Lecco: 94; Lodi: 38; Mantova: 133; Monza e Brianza: 289; Pavia: 131; Sondrio: 52; e Varese: 105.

Bollettino oggi 16 aprile 2021, covid in Lombardia-2

Nel frattempo si decide sulle possibili aperture

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha detto che il "momento di programmare in tempi brevi un piano per le riaperture, seguendo il criterio della progressività e del buonsenso" è arrivato.

Il governatore lombardo, che ha avanzato al Cts nazionale le proposte per riaprire le attività commerciali, ha specificato di ritenere che "gradualmente, già dalla prossima settimana, si possano stabilire procedure per le riaperture, dando a tutti la possibilità di riacquistare un po' di libertà e soprattutto alle attività commerciale di programmare la ripresa del lavoro".

L'idea, ha continuato il presidente della Lombardia, è quella di dare ad attività commerciali come bar e ristoranti la possibilità di fare servizio sfruttando lo spazio all'aperto "Già questo - ha detto Fontana - sarebbe un piccolo, ma importante allentamento". Ma le riaperture, nelle intenzioni della Regione, riguarderebbero anche teatri, piscine e palestre, ormai chiusi da moltissimo tempo.

Fondamentale, ha messo in luce il governatore citando anche un "significativo miglioramento" dell'andamento pandemico, "è che tutti noi proseguiamo a comportarci con grande senso di responsabilità affinché ogni allentamento non sia vissuto come un 'liberi tutti', ma come una grande opportunità da non sprecare".

Tamponi gratis e treni 'covid tested'

Mentre la campagna vaccinale contro il covid in Lombardia procede non senza difficoltà, a Milano si continua ad agire anche sul piano della prevenzione ed è qui che si inserisce la lodevole iniziativa di Croce Rossa Italiana che in Stazione Centrale ha allestito un tendone per effettuare tamponi a chiunque lo richieda, in maniera totalmente gratuita.

"Senza alcun costo, limite di età o prescrizione medica chiunque potrà sottoporsi al tampone antigenico rapido nelle tensostrutture allestite dalla Croce Rossa - spiega l'organizzazione in una nota -. (...) L’iniziativa, resa possibile grazie al finanziamento della Commissione Europea, consente a pieno regime di effettuare fino a 3mila test antigenici al giorno su tutto il territorio nazionale".

Oltre alla stazione ferroviaria milanese, infatti, grazie al gruppo Ferrovie dello Stato che ha messo a disposizione i propri spazi, la Croce Rossa è attiva anche a Roma Termini e nel mese di maggio estenderà gli screening nelle stazioni ferroviarie di altre nove città. Nel frattempo, a partire da venerdì 16 aprile sempre in Stazione Centrale partiranno anche i primi treni 'covid tested': tra Roma e Milano i passeggeri e personale di due Frecciarossa (Roma Termini - Milano Centrale delle 8.50 e Milano Centrale -Roma Termini delle 18) potranno ogni giorno effettuare il test rapido gratuitamente nelle due ore precedenti alla partenza del treno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento