menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino covid, i dati di venerdì 12 febbraio: 623 casi a Milano, 2.526 in Lombardia

Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 3942 persone affette da SarsCov2, 24 in più rispetto a giovedì

Sono state trovate altre 2.526 persone positive al covid in Lombardia nella giornata di venerdì 12 febbraio, i casi sono emersi analizzando 38465 tamponi; il rapporto fra tamponi effettuati e nuovi positivi è del 6.57 %. Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 623 persone che hanno contratto il coronavirus. I dati sono stati resi noti dalla Regione attraverso il consueto bollettino pomeridiano.

Nelle ultime 24 ore è diminuito il numero di pazienti nelle terapie intensive (9); in tutta la Regione, complessivamente, ci sono 359 persone nelle rianimazioni con gravi insufficienze respiratorie. Il dato, tuttavia, è un 'saldo' tra i nuovi ingressi, le persone che vengono dimesse e quelle che, purtroppo, muoiono. I posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono aumentati di 33 unità per un totale di 3.583. Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 3942 persone affette da SarsCov2 (24 in più rispetto a giovedì).

Le persone che si sono negativizzate nelle scorse 24 ore sono 1019 ; in totale i lombardi che sono guariti dal covid sono 479.448. Si allunga la scia di morte provocata dal virus. In una sola giornata ha ucciso altre 47 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 27.699.
 

La Moratti: attenti al secondo weekend di zona gialla

"Massima prudenza, non allentiamo l'attenzione. Comportamenti rigorosi e ispirati al senso civico devono sempre essere una priorità anche in un momento dove c'è voglia di socialità e di riprendere in mano la nostra vita". La vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, invita al rispetto di regole e precauzioni in vista del secondo fine settimana in 'Zona Gialla' e della riapertura, già avvenuta o prossima, di attività e luoghi di interesse.

"Siamo in un momento troppo importante per poter rischiare dei passi indietro e tornare in una situazione di emergenza - osserva Moratti - stiamo per entrare nel vivo della campagna vaccinale, un percorso che ci porterà alla campagna di vaccinazione massiva. Per intraprendere questa strada è fondamentale che il dato sui contagi rimanga sotto controllo. Per questo raccomando a tutta la popolazione massima prudenza, rispetto di se stessi e degli altri, l'utilizzo dei dispositivi di protezione, il rispetto del distanziamento e dei divieti di assembramento".

L'appello della vicepresidente arriva a ridosso del fine settimana del Carnevale di rito romano. Giornate segnate anche dalla ripresa di attività e dalla riapertura di siti museali. "C'è voglia di riaccendere l'entusiasmo - conclude Moratti - di ripartire, di voltare pagina, ne sono consapevole e sono la prima a voler essere ottimista e fiduciosa. Come assessore al Welfare non posso però non raccomandare tanta prudenza a tutti, giovani e meno giovani. Ci sono poche regole da seguire, che ci stanno accompagnando da ormai un anno. Poche regole, ma fondamentali per vincere contro il Covid. Se tutti ne saremo consapevoli anche nei momenti di svago e socialità, la strada verso la rinascita potrà avere meno ostacoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento