Bollettino coronavirus Milano e Lombardia martedì: +1080 positivi, record di terapie intensive (+12)

I dati ufficiali del Pirellone

Prosegue la lotta all'epidemia in Lombardia. I numeri, purtroppo, sono sempre peggiori. Sono 1.080 i nuovi positivi al coronavirus in regione nelle ultime 24 ore. Aumentano le presenze nelle terapie intensive - più 12 i nuovi pazienti - e sono 83 le persone ricoverate nelle ultime 24 ore nei reparti covid. I decessi registrati sono 6: il totale dei decessi arriva così a 16.994. Da tempo non si registrava un numero di morti così alto in Lombardia. 

A Milano i nuovi positivi in provincia sono +440 (+236 solo in città). 

I dati di martedì 13 ottobre 2020:

i tamponi effettuati: 17.186, totale complessivo: 2.350.108;

i nuovi casi positivi: 1.080 (di cui 104 'debolmente positivi' e 11 a seguito di test sierologico);

i guariti/dimessi totale complessivo: 83.550 (+197), di cui 1.526 dimessi e 82.024 guariti;

in terapia intensiva: 62 (+12);

i ricoverati non in terapia intensiva: 546 (+83);

i decessi, totale complessivo: 16.994 (+6)

I nuovi casi per provincia:

Milano: 440, di cui 236 a Milano città;

Bergamo: 40;

Brescia: 35;

Como: 61;

Cremona: 23;

Lecco: 43;

Lodi: 10;

Mantova: 46;

Monza e Brianza: 180;

Pavia: 34;

Sondrio: 10;

Varese: 121. 

Le nuove regole della quarantena per i positivi

  •  Asintomatici: quarantena di 10 giorni e 1 tampone unico a fine isolamento
  • Sintomatici: quarantena di almeno 10 giorni e 1 tampone unico a fine isolamento
  • Asintomatici con tampone positivo dopo 21 giorni: almeno 21 giorni di quarantena e riscontro positività al test molecolare tra il decimo e il 17esimo giorno

Cambiano le regole anche per i contatti stretti dei positivi: se asintomatici, almeno 10 giorni di quarantena e tampone antigenico rapido o molecolare alla fine del periodo; altrimenti 14 giorni di isolamento (senza tampone). 

Le mascherine, inoltre, vanno portate sempre con sè. Si possono togliere se si fa attività sportiva (jogging) ma non per semplici passeggiate, anche all'aperto.

Le nuove regole per la quarantena

Infine, il governo si raccomanda di:

  • eseguire il test molecolare a fine quarantena a tutte le persone che vivono o entrano in contatto regolarmente con soggetti fragili e/o a rischio di complicanze;
  • prevedere accessi al test differenziati per i bambini;
  • non prevedere quarantena né l’esecuzione di test diagnostici nei contatti stretti di contatti stretti di caso (ovvero non vi sia stato nessun contatto diretto con il caso confermato), a meno che il contatto stretto del caso non risulti successivamente positivo ad eventuali test diagnostici o nel caso in cui, in base al giudizio delle autorità sanitarie, si renda opportuno uno screening di comunità
  • promuovere l’uso della App Immuni per supportare le attività di contact tracing.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento