Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 5.094 positivi, + 13 ricoveri in terapia intensiva

I dati giornalieri sull'andamento dell'epidemia di coronavirus a Milano e in Lombardia

Non si ferma l'ondata dei contagi da coronavirus in Lombardia. Nella giornata di domenica 22 novembre sono stati accertati altri 5.094 casi in tutta la Regione, a fronte di 29.800 tamponi. Il rapporto tra tamponi testati e nuovi positivi è al 17%. I dati sono stati resi noti dal ministero della salute e dal Pirellone. Tra i nuovi contagiati 477 sono "debolmente" positivi e 57 sono stati scoperti a seguito di test sierologico. Nella città metropolitana di Milano i nuovi casi sono 2.208, 825 soltanto sotto la Madonnina. 

Le persone ricoverate in terapia intensiva per grave insufficienza respiratoria sono 13 in più rispetto a ieri: in totale i reparti di rianimazione stanno curando 949 casi. Il dato, tuttavia, è un 'saldo' tra i nuovi ingressi, le persone che vengono dimesse e quelle che, purtroppo, muoiono.

I posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono aumentati di 77 unità per un totale di 8.391 ricoveri nei reparti ordinari. Si allunga la lista di morti provocata dal virus. In una sola giornata si contano altre 165 vittime, con il tragico conto arrivato a quota 20.524. I dimessi e guariti sono 3.209 nell'ultima giornata.

bollettino coronavirus domenica 22 novembre-2

Caos vaccini, la regione si difende

E nel pieno dell'emergenza covid, la Lombardia si è trovata anche nel caos vaccini antinfluenzali, quanto mai importanti quest'anno. Tra dosi in ritardo e appuntamenti difficili da prenotare, la situazione sembra abbastanza delicata, ma sabato il Pirellone ha provato a difendersi e fare chiarezza.

"Sono circa 1.800.000 le dosi di vaccino distribuiti ad oggi a medici di medicina generale, Asst e Rsa del territorio lombardo. Degli ulteriori 700.000 mila vaccini acquistati, 50 mila verranno distribuiti entro domani - domenica 22 novembre -, 200 mila entro il 30 novembre, 200 mila entro i primi 15 giorni di dicembre. 250 mila inoltre, sono già presenti nei magazzini e costituiscono le eventuali seconde dosi di Fluenz, l'innovativo vaccino spray per bambini, introdotto per la prima volta in Italia, per il quale la Regione attende di sapere dal Ministero della Salute se, come accade in altri Paesi europei, possa essere somministrato in dose unica, senza necessità di fare il richiamo almeno un mese dopo dalla prima somministrazione", hanno fatto sapere dalla regione in una nota.

Se 1 milione e 800mila dosi sono state distribuite, quelle effettivamente somministrate sono però decisamente meno: "410.000 dosi. O almeno tale è il numero rendicontato al momento dagli erogatori", scrive regione. "Pertanto, nonostante qualche ritardo, dovuto a problemi di consegna da parte delle ditte fornitrici - inconvenienti che si stanno verificando in tutte le regioni italiane - più di 1.200.000 over 65 potranno essere vaccinati nelle prossime settimane coprendo tutto il periodo necessario per attendere le ulteriori dosi acquistate e non ancora consegnate", hanno assicurato dalla giunta Fontana.

E quindi, ecco la giustificazione: "Si segnala che le difficoltà e i ritardi nella programmazione degli appuntamenti sono dovuti sempre a ritardi nelle consegne, comunque si sta lavorando per recuperare gli arretrati grazie anche ai numerosi punti vaccinali aperti anche in collaborazione con il personale dell'Esercito. Si coglie inoltre l'occasione per sottolineare che sono stati messi immediatamente a disposizione da parte di Ats e Asst gli aghi che alcuni medici di medicina generale non hanno ricevuto all'interno dei kit", hanno chiarito dal Pirellone.

"Infine, si ricorda che tutti i vaccini acquistati, in distribuzione ora e e nelle prossime settimane, hanno ottenuto le autorizzazioni da parte di Aifa. In particolare due vaccini Fluzone Hd e Fluad Tetravalente per gli over 65 rappresentano caratteristiche di qualità particolarmente elevate. La Lombardia è l'unica regione italiana ad avere il vaccino adiuvato quadrivalente, le altre regioni hanno vaccino adiuvato trivalente", hanno concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento