rotate-mobile
Coronavirus

Bollettino coronavirus, i dati di mercoledì 24 marzo: 1062 casi a Milano, superati i 30mila morti

Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 8.023 persone affette da SarsCov2, 22 in più rispetto a martedì

Sono state trovate altre 4.282 persone positive al covid in Lombardia nella giornata di mercoledì 24 marzo, i casi (639 in più rispetto a ieri) sono emersi analizzando 5.9626 tamponi; il rapporto fra tamponi effettuati e nuovi positivi è del 7.18 %. Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 1.062 persone che hanno contratto il coronavirus. I dati sono stati resi noti dal Ministero della Salute attraverso il consueto bollettino pomeridiano.

Nelle ultime 24 ore ci sono stati 65 nuovi ingressi in terapia intensiva in Lombardia. Adesso sono 845 le persone con gravi insufficienze respiratorie ricoverate nelle rianimazioni degli ospedali regionali (9 in più rispetto a ieri). I posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono aumentati di 13 unità per un totale di 7.178. Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 8.023 persone affette da SarsCov2 (22 in più rispetto a martedì).

Le persone che si sono negativizzate nelle scorse 24 ore sono 2.256; in totale i lombardi che sono guariti dal covid sono 575.437. Si allunga la scia di morte provocata dal virus. In una sola giornata ha ucciso altre 110 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 30.085.

Anomalie alla Fondazione Sospiro

A seguito di una segnalazione giunta all'assessorato al Welfare di Regione Lombardia circa possibili anomalie nella Rsa 'Fondazione Sospiro' in provincia di Cremona, rispetto alle categorie interessate in questa fase della campagna vaccinale, la Direzione dell'Assessorato precisa che tali notizie sono destituite di ogni fondamento.

"Su indicazione della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti - dichiara il direttore generale del Welfare, Giovanni Pavesi - ho registrato quanto ci era stato segnalato, in merito al programma di vaccinazioni anti-Covid all'interno della Rsa, e ho fatto verificare la veridicità di possibili anomalie". 

"Una verifica - conclude il direttore Welfare - che ci ha portato ad acclarare che ad oggi nella 'Fondazione Sospiro' le attività di somministrazione dei vaccini sono tassativamente riservate alle categorie di cittadini autorizzate, così come del resto in tutto il territorio di Regione Lombardia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus, i dati di mercoledì 24 marzo: 1062 casi a Milano, superati i 30mila morti

MilanoToday è in caricamento