rotate-mobile
Coronavirus

Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: mai così tanti positivi da mesi (+269)

I dati ufficiali del Pirellone: la metà dei contagi a Milano

Ennesima giornata di lotta al virus in Lombardia. Purtroppo i numeri sono in peggioramento. +269 positivi in Regione: mai così tanti da mesi. Risalgono le terapie intensive (+2) mentre i ricoveri normali sono stazionari. Nessun decesso, per fortuna. 

Ci sono casi in tutte le province lombarde. A Milano si arriva in tripla cifra: +102, +66 in città. 87 sono le persone guarite. 

Coronavirus-4-16

Per il secondo giorno consecutivo non si registra alcun decesso e sono 87 i nuovi guariti e dimessi. A fronte dell'altissimo numero di tamponi effettuati, pari a 16.561, sono 269 i nuovi positivi riscontrati, con un rapporto tra tamponi e numero di positivi pari a 1,6%.

"I dati di oggi - spiega l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera - si caratterizzano per l'elevato numero di tamponi effettuati, 16.561, dai quali sono scaturite 269 positività. Circa 2/3 di queste sono determinate da rientri in Lombardia dall'estero. Ben 214 dei casi positivi odierni sono riferiti a persone con età inferiore a 50 anni, 28 di questi sono minorenni. Prosegue intanto l'attività di screening con i test molecolari negli aeroporti: a Malpensa, dove l'orario è stato esteso fino alle 19.30, sono stati eseguiti 10.800 tamponi, a Linate 1.024, nello spazio allestito accanto alla Fiera di Bergamo per chi proviene dallo scalo di Orio al Serio 1.859".

Il 93% dei cittadini testati è italiano: il 56 rientrava dalla Grecia, il 40 dalla Spagna, il 2 dalla Croazia e altrettanti da Malta. Fra gli stranieri sottoposti a tampone, il 52% proviene dalla Spagna, il 43 dalla Grecia e il 5 dalla Croazia. "Negli ambulatori allestiti dalle ASST della Lombardia - prosegue l'assessore - continuano in modo incessante i test sierologici gratuiti e su base volontaria agli insegnanti e operatori scolastici: finora abbiamo registrato circa 40.000 prenotazioni".

Ricordiamo che l'incremento dei casi positivi, in Lombardia come nelle altre regioni, va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati. Senza mai dimenticare che, se si ragiona in termini di confronti assoluti, il numero degli abitanti della Lombardia è pari a 1/6 della popolazione nazionale.

La campagna vaccinale per l'influenza inizierà ad ottobre

"La campagna per le vaccinazioni antinfluenzali prenderà il via il prossimo mese di ottobre, come già comunicato in precedenza, in linea con le disposizioni del Ministero della Salute. Ad oggi abbiamo già acquistato 2,4 milioni di vaccini, l'80% in più dello scorso anno. Gli inutili e irresponsabili allarmismi generano solo confusione".

Lo afferma l'assessore al Welfare della Regione Lombardia. "Daremo la precedenza ai soggetti più fragili - prosegue l'assessore - agli over 65, alle categorie più a rischio, ai medici, infermieri, operatori sanitari e socio sanitari, e ai bambini fino ai 6 anni offrendo loro gratuitamente i migliori prodotti acquisiti sul mercato mondiale e disponibili per l'avvio della campagna". "In particolare - sottolinea - per i bambini fino ai 6 anni avremo un nuovissimo vaccino spray che in altre parti del mondo viene utilizzato con ottimi risultati. Per gli over 65 sono stati acquistati, fra gli altri, 800.000 vaccini tetravalenti e per i cittadini over 65 più fragili oltre 150.000 dosi di una tipologia di vaccino ad alta protezione".

"La campagna vaccinale - conclude l'assessore - sarà condotta nei tempi stabiliti dal Ministero della Salute in modo da garantire una copertura adeguata alla popolazione fino al successivo mese di marzo, considerando che il picco influenzale è previsto dopo la metà di gennaio". La distribuzione ai medici e ai pediatri di famiglia avverrà anche quest'anno attraverso la rete delle farmacie lombarde.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: mai così tanti positivi da mesi (+269)

MilanoToday è in caricamento