Bollettino coronavirus Milano: altri 3.570 casi in Lombardia, aumentano i ricoveri

I ricoveri in terapia intensiva stanno crescendo, oggi ci sono stati 11 ricoveri in rianimazione

È sempre più critica la situazione coronavirus in Lombardia. Nella giornata di lunedì 26 ottobre sono stati accertati altri 3.570 casi in tutta la Regione (a fronte di 21.324 tamponi). Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 2.023 persone positive al virus arrivato dalla Cina; 960 solo all'ombra della Madonnina. I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile con il consueto bollettino.

Sono sempre più sotto stress i reparti di terapia intensiva dedicati ai pazienti covid. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 11 ricoveri di persone in gravi condizioni; in totale i reparti di rianimazione stanno curando 242 casi. Continua a crescere anche il numero di pazienti negli altri reparti: +133 persone con sintomi meno gravi (2.459 in totale).

In totale ci sono 2.701 pazienti in ospedale per Sars-Cov-2. Non si è ancora fermata la lunga scia di morte provocata dal virus che in una sola giornata ha ucciso altre 17 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 17.252.

bollettino 26 ottobre 2020-2

Iscriviti al canale YouTube di MilanoToday: video e anteprime gratis

Attivato il portale "Milano-Cor"

"L'ATS di Milano ha attivato il portale 'Milano Cor' dedicato ad affiancare con informazioni e indicazioni i cittadini positivi al Covid che si trovano a vivere un momento difficile e delicato a contatto con la malattia". Lo annuncia l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. "Fino a questo momento, la grande maggioranza delle persone che risultano positive al Covid - spiega Gallera - è asintomatica o presenta pochissimi sintomi. Le loro condizioni non richiedono pertanto un ricovero ospedaliero. Per questo, il supporto a domicilio è fondamentale e permette di gestire le fasi della malattia con informazioni adeguate, per proteggere se stessi e i contatti più stretti. A partire da lunedì, inoltre potenzieremo le nostre centrali di telesorveglianza, che arriveranno a coprire oltre 900 pazienti al giorno, partendo dai più fragili".

"I cittadini, a seguito dell'accertata positività al tampone molecolare - spiega Walter Bergamaschi, direttore generale di ATS Città Metropolitana di Milano - ricevono un sms attraverso il quale potranno registrarsi al portale ed ottenere così informazioni, consigli e servizi per essere supportati durante il periodo di isolamento a cui devono sottostare. Collegandosi al portale i pazienti positivi al domicilio aiutano anche ATS nel tracciamento e nella raccolta dei sintomi. Già 3.433 pazienti si sono attualmente accreditati sul portale e di questi 2.026 hanno inserito i loro sintomi e le informazioni relative a 3.169 conviventi. In particolare, attraverso Milano-Cor saranno fornite: - istruzioni sulle modalità dell'isolamento domiciliare - un diario in cui segnalare l'insorgenza di eventuali sintomi - la prenotazione self-service del tampone di guarigione dopo il periodo di isolamento - la possibilità di segnalare i dati anagrafici di eventuali conviventi che dovranno essi stessi rimanere in quarantena, con la possibilità, anche per loro di prenotare il tampone di controllo al termine della quarantena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento