menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino contagi coronavirus: +33 casi a Milano, +4 morti. Ma calano le persone in ospedale

In tutta la Città Metropolitana di Milano sono stati trovati 33 casi, 20 solo a Milano

A Milano sono stati trovati altre 20 persone infette da coronavirus, 33 se si sommano i contagi della Città Metropolitana. È quanto emerge dal bollettino diramato dalla Regione nel pomeriggio di venerdì 31 luglio. E in tutta la Lombardia (a fronte di 8.348 tamponi) sono stati trovati 77 nuovi casi: 25 "debolmente positivi", 24 a seguito di test sierologico. 4 sono i decessi.

La situazione negli ospedali è sempre stabile: i ricoverati nei nosocomi lombardi sono 155 (9 in meno rispetto a ieri): 7 di questi si trovano in terapia intensiva (6 in meno rispetto a giovedì), 148 nei reparti (tre in meno rispetto alle scorse 24 ore). Sono tornati a salire i decessi: il virus nato in Cina ha ucciso altre quattro persone e il totale (ufficiale) è arrivato a quota 16.806. 

La provincia in cui si sono registrati più casi è quella di Milano (33), segue Bergamo (17), Mantova (7), Brescia (6), Varese (5), Pavia (3), Cremona e Monza (2), Lodi 1). Nessun caso, invece, a Lecco e Sondrio.

unnamed-15-9

Video gratis e anteprime: iscriviti al canale YouTube di MilanoToday

Influenza "normale", previsti 2.4 milioni di vaccini

"Nessun allarme, all'avvio della campagna contro l'influenza Regione Lombardia avrà a disposizione 2,4 milioni di vaccini, l'80% in più rispetto allo scorso anno (1,3 milioni di dosi eseguite)". Lo afferma l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. "Abbiamo individuato, grazie alla nostra Centrale acquisti regionale - prosegue l'assessore Gallera - i migliori prodotti presenti sul mercato mondiale che offriremo gratuitamente agli over 65, ai bambini fino a 6 anni, alle categorie professionali più a rischio, ai medici, infermieri, operatori sanitari e socio sanitari".

"In particolare - sottolinea Gallera - per i bambini fino ai 6 anni un nuovissimo vaccino spray, senza quindi il trauma della puntura, che in altre parti del mondo viene utilizzato con ottimi risultati. Per gli over 65 sono stati acquistati, fra gli altri, 800 mila vaccini tetravalenti (prima Regione in Italia) e per i cittadini over 65 più fragili (penso ad esempio agli ospiti delle RSA) oltre 150 mila dosi di una tipologia di vaccino ad alto dosaggio". Le procedure di acquisto concluse hanno già assicurato la fornitura di 1.888.000 vaccini. E' in corso la gara (scade domani, venerdì 31 luglio) per l'acquisizione di 500.000 dosi del vaccino spray antinfluenzale per i bambini.

"La campagna vaccinale partirà, come ogni anno, la seconda metà del mese di ottobre - conclude Gallera - in modo da garantire una copertura adeguata alla popolazione fino al successivo mese di marzo, considerando che il picco influenzale è previsto dopo la metà di gennaio. Una massiccia copertura vaccinale sarà importante anche per una tempestiva diagnosi del Coronavirus al manifestarsi di sintomi simil influenzali". La distribuzione ai medici e ai pediatri di famiglia avverrà anche quest'anno attraverso la rete delle farmacie lombarde.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento