Coronavirus

Coronavirus, lotta a colpi di solidarietà: la brigata che porta cibo a chi "non ha più nulla"

Continua il lavoro della "brigata solidale Lena-Modotti". Attivato anche un centralino

Solidarietà, aiuto al prossimo e un occhio di riguardo per chi è meno fortunato. Continua il lavoro della "brigata solidale Lena-Modotti", le ragazze e i ragazzi che negli ultimi giorni stanno consegnando cibo "ad anziani e poveri, che rimangono soli e isolati" a causa dell'emergenza Coronavirus

"Siamo giovani di Milano attivi in zona 2 e in zona 3 ed abbiamo dato vita alla brigata per dare il nostro contributo ad affrontare questa crisi", spiegano. E per farlo ancora meglio, da mercoledì la brigata ha un proprio centralino a cui chiedere aiuto. 

"A causa delle tantissime chiamate ai centralini del Comune le brigate Milanesi si sono organizzate anche con dei centralini autonomi - contattabili allo 0240705564 - per coprire tutte le comande e i bisogni della popolazione", raccontano. 

"Ci sono tante famiglie, che non lavorando non hanno la possibilità di fare la spesa, neanche di prendere un pacco di pasta. Ci sono tanti anziani, a cui non basta la pensione - sottolineano i giovani -.  Ci sono tanti senzatetto, esposti al virus, che non hanno neanche più le mense aperte, per mangiare. Puoi aiutarli, basta poco - l'invito alla popolazione -. Dona qualche alimento che hai in casa, fai una piccola spesa in più, e chiamaci. I nostri volontari ti raggiungeranno e porteranno la tua donazione a chi non ha più nulla". 

"Diffondi solidarietà, aiuta anche tu - il loro appello -. Anche da casa puoi fare molto. Fai la differenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, lotta a colpi di solidarietà: la brigata che porta cibo a chi "non ha più nulla"

MilanoToday è in caricamento