Coronavirus, altre cinquemila famiglie avranno i buoni spesa a Milano

L'annuncio del sindaco Sala: saranno stanziati due milioni di euro. "Di più non possiamo fare"

Il Comune di Milano è pronto a conferire altri due milioni di euro per finanziare i buoni spesa e distribuirli alle famiglie che posseggono i requisiti per averli. Le domande erano state circa 36 mila ma soltanto 15 mila avevano potuto essere accolte con i soldi finora a disposizione per questa misura. Ora, con l'impegno finanziario aggiuntivo, si potrà fornire i buoni spesa ad altre 5 mila famiglie. 

Lo ha riferito il sindaco di Milano Beppe Sala nel consueto video messaggio alla città del mattino, giovedì 7 maggio 2020. «Il nostro impegno non sarà mai sufficiente, ma stiamo mettendo tutte le nostre risorse, ormai scarse», ha affermato il primo cittadino specificando che i nuovi fondi saranno stanziati attraverso una delibera di giunta che verrà approvata venerdì. 

Tra le altre misure a sostegno di chi ha più bisogno durante l'emergenza da Covid-19, il pacco alimentare distribuito a 5 mila famiglie attraverso i volontari, per un totale di 60 tonnellate di cibo alla settimana. E poi il contributo sugli affitti, fino a 1.500 euro a famiglia per 2 mila famiglie. «L'azione forse più insufficiente di tutte», ha commentato il sindaco, «ma di più non possiamo fare perché, su questo, non ci sono sostegni dal Governo».

Buoni spesa da 150 euro al mese in su

I buoni spesa ammontano a 150 euro al mese per due mesi se la famiglia non supera i tre componenti, a 350 euro al mese per due mesi. nel caso di famiglia più numerosa. Per questa misura lo Stato aveva stanziato (per Milano) quasi sei milioni di euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nuclei devono essere residenti a Milano, monoreddito o senza reddito, e devono vivere in affitto oppure pagare il mutuo per la prima casa. Altro requisito, devono avevere un reddito inferiore a 20 mila euro (oppure inferiore a 40 mila, ma avere perso il lavoro dopo il 1 febbraio 2020 a causa dell'emergenza sanitaria) e una disponibilità sul conto corrente non superiore a 5 mila euro al 31 marzo 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento