menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Burioni si è vaccinato e ironizza: "Ora mi prende meglio il telefono"

Al virologo, nel pomeriggio di giovedì 7 gennaio, è stato inoculato il farmaco Pfizer

Roberto Burioni è stato vaccinato contro il coronavirus. Al virologo, docente dell'università Vita-Salute San Raffaele e paladino dell’informazione scientifica sui social, nel pomeriggio di giovedì 7 gennaio è stato inoculato il farmaco sviluppato da Pfizer proprio nell'Irccs di via Olgettina a Milano.

"Mi sono appena vaccinato. L'unica differenza è che mi prende meglio il telefonino. Magari mi hanno iniettato il 5g — ha ironizzato Burioni —. Battute a parte, per me è un momento molto emozionante. Questo virus è stato scoperto il 10 gennaio 2020, io il 7 gennaio 2021 posso farmi somministrare un vaccino sicuro ed efficace. Abbiamo fatto in un anno quello che tipicamente si fa in più di 10 anni”.

La vaccinazione in Lombardia: i dati

Nel frattempo la campagna vaccinale lombarda sta procedendo: sono state iniettate 23.749 dosi (su 109.845 disponibili), stando a quanto è possibile verificare sul sito apposito creato dal ministero della Salute.

Tra i vaccinati 15.328 sono donne e 8.421 uomini. La fascia d'età maggiormente coperta è quella tra i 50 e i 59 anni, con 7.349 "pazienti" sul totale. Sui 23.749 vaccinati, ben 20.819 sono operatori sanitari, che in effetti - insieme agli ospiti delle Rsa - saranno i primi a ricevere le dosi, almeno fino a fine febbraio. Soltanto dopo sarà la volta degli over 80 e dei malati cronici e, a seguire, degli over 60.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento