Bozza Dpcm: cenone di capodanno solo in albergo e con servizio in camera

In deroga alla norma che consente l'attività di ristorazione in albergo per i soli clienti: a capodanno solo in camera, non in sala ristorante

Foto Pixabay

Cenone di capodanno soltanto dentro gli alberghi ma con servizio in camera. Oppure, se si può parlare di "cenone", negli Autogrill lungo le autostrade. E' questo l'orientamento del Governo secondo la bozza del nuovo Dpcm per contrastare la diffusione del Covid-19 che, in queste ore, viene fatta "girare" tra i presidenti delle Regioni. Le attività di ristorazione dovrebbero infatti essere consentite dalle 5 alle 18 (con un massimo di quattro persone per tavolo se non conviventi), mentre resteranno consentite senza limiti di orario all'interno delle strutture ricettive, solo per i clienti che vi alloggiano e naturalmente i dipendenti.

In arrivo il decreto di Natale: cosa si può fare e cosa no

Ma la bozza contiene una norma specifica per la serata di capodanno, prevedendo che la ristorazione in hotel e strutture ricettive sia consentita "solo con servizio in camera" dalle 18 del 31 dicembre alle 7 del 1 gennaio. Resta ovviamente consentita senza limiti di orario la consegna a domicilio e, fino alle 22, l'asporto.

Resteranno invece regolarmente aperti i bar e ristoranti all'interno delle stazioni di servizio lungo le autostrade, nonché negli aeroporti, porti e ospedali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento