rotate-mobile
Coronavirus

Coronavirus, Milan col coeur in man: ecco "ceste sospese", cibo gratis per chi è in crisi

"Ceste sospese" è partita da Dergano e Bovisa dall'idea di un gruppo di donne. La storia

"Chi può metta, chi non può prenda". I cittadini di Milano fanno la loro parte nella guerra al Coronavirus e scommettono tutto sulla solidarietà e sull'aiuto al prossimo. 

Nelle scorse, infatti, nel quartiere di Dergano Bovisa - ma è verosimile che l'idea si allarghi presto al resto della città - è stata lanciata "Ceste sospese", un'iniziativa per offrire un aiuto concreto a chi in questo momento di emergenza sanitaria deve fare i conti anche con l'emergenza economica e magari non ha i soldi per fare la spesa. 

Mappa, l'elenco con le vie in cui trovare le ceste sospese

Così, su proposta di un gruppo di 15 donne e un uomo, in sedici punti diversi del quartiere sono state lasciate delle ceste dalle quali chiunque può prendere qualcosa di cui ha bisogno e nelle quali chiunque può lasciare qualcosa per gli altri. 

È "un'azione collettiva, corale, sentita, affettuosa. Piccoli gesti a confronto dell'enormità di quello che ci sta intorno in questi mesi. Piccoli gesti che speriamo possano accompagnarci verso una nuova e magari più bella normalità", spiegano da Mamusca, uno dei locali che ha promosso l'iniziativa insieme a Nuovo Armenia, Rob de Matt, La Scighera e la cooperativa CondiVivere Onlus.

Nelle ceste, che ricordano molto i "panari solidali" di Napoli, si trovano prodotti alimentari o per l'igiene personale, rigorosamente confezionati. Le stesse ceste sono state fissate fuori dalle finestre o dai portoni e riportano tutte lo stesso appello: "Chi può metta, chi non può prenda". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Milan col coeur in man: ecco "ceste sospese", cibo gratis per chi è in crisi

MilanoToday è in caricamento