Coronavirus, a Milano ci sono code di 3 km e attese di 8 ore per fare il tampone col drive in

Ogni giorno ci sono 10 agenti impegnati nella gestione del traffico presso gli ospedali

Repertorio

Il tampone per il coronavirus drive in è una modalità abbastanza diffusa per fare il test per comprendere se si è positivi o meno al covid-19. In pratica si arriva in auto in ospedale - non in tutti - e senza scendere dall'auto, il personale incaricato preleva il campione necessario per le analisi dal conducente del veicolo, senza che questo debba uscire dall'abitacolo. Insomma, funziona un po' come quando si ordina del cibo in modalità drive in solo che al posto dell'hamburger in questo caso si riceve un tampone laringo faringeo.

Bene. Negli ultimi giorni, con l'impennarsi dei casi di coronavirus e col concreto timore della ripresa della pandemica, a Milano ci sono state code anche di 8 ore con l'auto, lunghe chilometri, per poter usufruire del servizio. Tanto che la prefettura ha richiesto alla polizia locale di Milano di dedicare del personale alla questione.

Così, come confermano da piazzale Beccaria a MilanoToday, ogni giorno ci sono una decina di agenti per turno impegnati nella gestione del traffico presso gli ospedali San Paolo, San Carlo e al Buzzi. Non solo, i 'ghisa' prestano il loro servizio anche presso alcuni pronto soccorso incaricati di accogliere gli studenti 'rimandati' dalle scuole e dai medici di famiglia per fare i tamponi laringo faringei.

"Dovevano aspettarselo. Così è inaccettabile: ci sono tre chilometri di coda, come si può tenere un bambino in macchina con la tosse e la febbre per così tante ore?", la protesta di una madre raccolta dalle agenzie. Il disagio non risparmia chi ha provato a presentarsi dietro appuntamento. "Lo avevo preso per mia figlia al San Paolo - racconta un'altra mamma all'Ansa – ma arrivata lì, mi hanno detto che l'attesa era dalle 6 alle 8 ore e mi hanno consigliato di venire qui al San Carlo, ma la situazione è la stessa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento